Diritti TV Serie A, possibile accordo Sky-Perform Group. Salvo 90° minuto

0

Emergono nuovi dettagli sull’assegnazione dei diritti TV della Serie A per il triennio 2018-2021 (vedi articolo): oltre all’annuncio di una cifra record (inferiore a quanto aveva inizialmente offerto Mediapro, ma superabile con dei bonus variabili) è stato cambiato il punto del bando relativo agli highlights in chiaro, quindi la Rai potrà continuare a trasmettere 90° minuto.

“La Lega Nazionale Professionisti Serie A comunica che l’assemblea odierna ha approvato all’unanimità l’assegnazione dei diritti per la trasmissione delle dirette di campionato a pagamento per le stagioni sportive 2018/2019, 2019/2020 e 2020/2021. Sono stati assegnati:

– a SKY Italia il PACCHETTO 5 avente ad oggetto i diritti audiovisivi di tre partite a giornata tra cui quella della domenica sera:

– a Sky Italia il PACCHETTO 6 avente ad oggetto i diritti audiovisivi di quattro partite a giornata tra cui quella del lunedì sera:

– a Perform il PACCHETTO 7 avente ad oggetto i diritti audiovisivi di tre partite a giornata tra cui quella del sabato sera.

I tre pacchetti sono stati assegnati per un corrispettivo fisso complessivo pari a 973.3 milioni di euro medi all’anno e una componente variabile in funzione anche della crescita del numero di abbonati al calcio dei broadcaster che può raggiungere centocinquanta milioni di euro su base annua.

La Lega potrà altresì bandire nel prossimo mese – in aggiunta agli altri pacchetti già previsti-  un’offerta di diritti in chiaro per gli highlights dalle ore 19 della domenica sera delle partite giocate nel weekend.

Con l’aggiudicazione dei pacchetti per la trasmissione delle dirette a pagamento sul territorio italiano, il valore dei diritti TV del calcio italiano, nazionali e internazionali di campionato, di Coppa Italia e Supercoppa Italiana, per la prima volta ha raggiunge il miliardo e quattrocentomila euro di corrispettivi annui fissi.

«Si tratta di un riconoscimento importante per il calcio italiano», ha commentato il presidente di Lega Serie A Gaetano Micciché, «il cui valore non è solo sportivo ma anche di occupazione, indotto e contributo alla crescita economica dell’Italia: il calcio oggi è tra le prime dieci industrie del nostro paese. Questo accordo è la base su cui sviluppare una Lega moderna e internazionale e rendere il campionato italiano sempre più interessante anche all’estero»“.

Micciché ha anche annunciato che sono già in corso delle trattative fra Sky e Perform Group per arrivare a un accordo sulla trasmissione di tutte le partite su un’unica piattaforma, evitando così di dover ricorrere a un doppio abbonamento per vedere il campionato integralmente. Si chiude così una vicenda lunga e decisamente intricata, dopo il caos legato alla rescissione del primo accordo con Mediapro e alle precedenti aste andate deserte. Qui i dettagli relativi ai pacchetti e a cosa verrà formalmente trasmesso.

[Fonte: legaseriea.it]