Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus sulle Multiple del 300% Info Bonus
Betway 20€ Bonus Benvenuto Scommesse su 2 depositi + 5€ Ogni Settimana Info Bonus
Casinomania Fino a 75€ Bonus Scommesse Rilasciati a Scaglioni di 5€ Info Bonus
888sport Bonus Benvenuto Scommesse fino a 100€ – Codice: ITALIA Info Bonus
SNAI 5 euro gratis + fino a 300€ sul primo deposito Info Bonus
William Hill 35€ Subito + 200€ Sul Primo Deposito – Codice: ITA235 Info Bonus

Poco più di un tiro in porta e il Brescia, con il minimo sforzo, si riporta in Lombardia tre punti importantissimi per la corsa salvezza mentre l’Udinese ancora latita in gioco e risultati.

Senza i due capitani De Paul e Dessena, Udinese e Brescia si affrontano con tre punti in palio per la zona bassa: poche sorprese per Tudor e Corini, da una parte Pussetto affianca Lasagna mentre dall’altra c’è Rômulo a centrocampo e Ayé in attacco con Donnarumma.

PRIMO TEMPO

L’inizio ci regala tantissime buone intenzioni, su tutte il furto con scasso di Donnarumma a De Maio su cui Musso deve metter sù lo show per evitare uno svantaggio immediato, ma poi, oggettivamente, il primo tempo di questa gara non passerà nella storia di questo gioco: il Brescia fa più possesso palla e ci prova poco più dell’Udinese, che non va oltre una buona combinazione tra Pussetto e Lasagna chiusa da un destracci dell’Argentino. Latitano le occasioni, le due squadre non riescono a passare oltre le mura delle due difese e, giusto nel recupero, è sempre Donnarumma a farsi ipnotizzare da Musso ma comunque di poco oltre l’ultimo difensore.

SECONDO TEMPO

I ritmi del secondo tempo sono più alti, per forza di cose, e l’Udinese comincia decisamente meglio: Pussetto trova lo spunto giusto e si fa stendere da Cistana, prima Valeri concede il rigore ma il VAR lo derubrica a punizione dal limite su cui Jajalo impegna Joronen in corner; ma la spinta della squadra di Tudor inizia e finisce nella stessa manciata di minuti perché Bisoli fa ancora una volta distendere Musso, ma poi Rômulo, con un po’ di fortuna e una deviazione decisiva di De Maio, trova il destro decisivo che apre il tabellino. L’Udinese accusa il colpo e non riesce a trovare una reazione; Tudor ci prova con i cambi, Barák e Okaka tentano di dare una scossa ma il più pericoloso è Sabelli che lascia andare uno strano pallonetto su cui deve ancora impegnarsi Musso, per distacco il migliore dei suoi. I bianconeri sono completamente incapaci di rendersi pericolosi dalle parti di Joronen, Tudor ci prova mettendo anche la terza punta Nestorovski ma il punteggio non cambia: colpaccio del Brescia che, dopo la clamorosa rimonta subita in casa dal Bologna, porta a casa altri tre punti col minimo sforzo contro un’Udinese troppo brutta per essere vera.

TABELLINO

UDINESE (3-5-2): Musso – Becão, De Maio, Samir – Stryger Larsen, Walace, Jajalo, Fofana (66′ Barák), Sema (84′ Nestorovski) – Lasagna, Pussetto (66′ Okaka). Allenatore: Tudor.
BRESCIA (4-3-1-2): Joronen – Sabelli, Cistana, Chancellor, Matějů – Bisoli, Tonali, Rômulo (89′ Zmrhal) – Špalek (75′ Gastaldello) – Ayé, Donnarumma (89′ Matri). Allenatore: Corini.
ARBITRO: Paolo Valeri di Roma 2.
GOAL: 56′ Rômulo (B).
AMMONITI: 10’ Matějů (B), 15′ Bisoli (B), 20’ Jajalo (U), 45′ Becão (U), 56′ Pussetto (U), 60′ Chancellor (B), 81′ Okaka (U), 84′ Ayé (B).

[Foto da sport.sky.it]