Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus sulle Multiple del 300% Info Bonus
Betway 20€ Bonus Benvenuto Scommesse su 2 depositi + 5€ Ogni Settimana Info Bonus
Casinomania Fino a 75€ Bonus Scommesse Rilasciati a Scaglioni di 5€ Info Bonus
888sport Bonus Benvenuto Scommesse fino a 100€ – Codice: ITALIA Info Bonus
SNAI 5 euro gratis + fino a 300€ sul primo deposito Info Bonus
William Hill 35€ Subito + 200€ Sul Primo Deposito – Codice: ITA235 Info Bonus

Il primo anticipo della ventiquattresima giornata di Serie A è terminato col risultato di 1-1: la Fiorentina passa con Federico Bernardeschi poco dopo l'espulsione di Mati Fernández ma subisce il pareggio di Emanuele Giaccherini e mette a rischio il terzo posto.

 

Continua il periodo no della Fiorentina. La vittoria nel recupero di mercoledì col Carpi non è servita a far uscire i viola fuori da una prima parte di 2016 decisamente negativa e opposta rispetto a quanto invece di buono era stato fatto nelle prime diciassette giornate. I tifosi contestano un mercato di gennaio non all'altezza da parte della società, la proprietà ha invece scaricato le responsabilità su Paulo Sousa, che a sua volta appare piuttosto nervoso come dimostrato più volte in questa settimana: una serie di ingredienti che hanno fatto malissimo all'ambiente gigliato, fino a inizio gennaio sull'onda dell'entusiasmo per la miglior prima parte di stagione dai tempi di Batistuta e ora in evidente difficoltà proprio nel punto di svolta della stagione, alla vigilia della sfida contro l'Inter e della ripresa dell'Europa League. La Fiorentina ha giocato ancora una volta in maniera prevedibile, con una formazione rivedibile (niente Ilicic e Kalinic, out anche Zárate che aveva deciso col Carpi) che ha portato a un primo tempo sottotono e una ripresa che si è ravvivata, stranamente, a seguito dell'ingenua espulsione di Mati Fernández col gol di Federico Bernardeschi, il primo in campionato ma non servito a portare a casa i tre punti, perché poco dopo Giaccherini ha pareggiato e da lì in poi è stato il Bologna, sospinto da un'ottima prova corale del centrocampo, ad avere le occasioni migliori per vincere il match. I felsinei si sono ben comportati in campo, non disunendosi dopo aver subito lo svantaggio e ritrovando subito la parità, forse l'unico appunto che si può fare a Donadoni è non aver sfruttato meglio la superiorità numerica, visto che di spazi per colpire ce n'erano diversi.

PRIMO TEMPO

Molta imprecisione nelle giocate, soprattutto per quanto riguarda l'ultimo passaggio, e primo tempo che scorre via senza che Bologna e Fiorentina vadano vicine a sbloccare lo 0-0 di partenza. Ha una discreta palla Destro al 19' su suggerimento di Diawara, ma il centravanti ci mette troppo a pensare al tiro e quando lo fa è contrastato da Roncaglia col risultato che Tatarusanu non ha problemi a bloccare, va meglio a Tello al 33', lanciato sulla sinistra calcia col destro e da Costa a mano aperta mette in angolo, lo stesso ex Porto poi si sposta sulla fascia opposta e due minuti dopo serve un bel cross basso per la girata alta di Babacar.

SECONDO TEMPO

La prestazione di Babacar non piace a Paulo Sousa e dopo l'intervallo si rivede Kalinic al posto del senegalese. A sbagliare più di tutti è però Mati Fernández, che si guadagna due cartellini gialli sacrosanti e ingenui (specialmente il secondo) in una manciata di secondi e lascia i suoi in dieci al 57', ma appena dopo l'inferiorità numerica la Fiorentina sblocca il match: Tello da sinistra appoggia al centro per l'accorrente Federico Bernardeschi che con un destro rasoterra firma il suo primo gol in questo campionato e diventa il quattordicesimo giocatore a segno per i viola, il primo italiano. Il vantaggio non dura, tempo quattro minuti ed è già 1-1, la grande giocata la fa Donsah con un ottimo movimento in area su suggerimento di Mbaye e assist centrale per la conclusione vincente da parte di Emanuele Giaccherini, al sesto centro stagionale. Dopo una chance per Astori di testa su punizione di Pasqual (palla alta) le occasioni della parte finale di gara sono quasi tutte rossoblù, Tatarusanu deve compiere un grande intervento per negare il 2-1 a un destro di Taïder diretto sotto l'incrocio, il portiere si ripete all'87' bloccando un colpo di testa centrale di Floccari su cross di Giaccherini, dopo che il nuovo entrato Zárate aveva provato a replicare quanto fatto col Carpi con un destro da fuori a lato.

La Fiorentina esce imbattuta dalla serie di tre partite in sei giorni ma lo fa con un solo successo e adesso il terzo posto è in discussione, perché l'Inter domani potrebbe superare i viola proprio alla vigilia dello scontro diretto in programma fra una settimana. I toscani sono apparsi ancora una volta sulle gambe e hanno chiuso in grossa difficoltà fisica, non un buon segno a questo punto del campionato. Il Bologna invece torna a fare punti dopo la sconfitta di Frosinone e si conferma al decimo posto in classifica.

IL TABELLINO

Bologna (4-3-3): da Costa; Mbaye, Gastaldello, Maietta, Masina (76' Constant); Donsah, Diawara, Taïder (82' Brienza); Giaccherini, Destro, Mounier (65' Floccari). Allenatore: Donadoni
Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Roncaglia, G. Rodríguez, Astori; Bernardeschi (90' Tomovic), Borja Valero, Vecino, Pasqual; M. Fernández, Tello (81' Zárate); Babacar (46' Kalinic). Allenatore: V. Sánchez (Paulo Sousa squalificato)
Arbitro: Luca Banti della sezione di Livorno (La Rocca – Ranghetti; Galloni; Tagliavento – Candussio)
Reti: 59' Bernardeschi (F), 63' Giaccherini
Espulso: M. Fernández (F) al 57' per doppia ammonizione
Ammoniti: Diawara, Giaccherini (B), Astori, Roncaglia (F)

[Immagine presa da twitter.com]