Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus sulle Multiple del 300% Info Bonus
Betway 20€ Bonus Benvenuto Scommesse su 2 depositi + 5€ Ogni Settimana Info Bonus
Casinomania Fino a 75€ Bonus Scommesse Rilasciati a Scaglioni di 5€ Info Bonus
888sport Bonus Benvenuto Scommesse fino a 100€ – Codice: ITALIA Info Bonus
SNAI 5 euro gratis + fino a 300€ sul primo deposito Info Bonus
William Hill 35€ Subito + 200€ Sul Primo Deposito – Codice: ITA235 Info Bonus

Rimonta vincente dei viola, che affossano l'Inter nel recupero: Babacar imita Zárate col Carpi e riporta Paulo Sousa in zona Champions League.

 

Ancora una volta la Fiorentina sfrutta il recupero a suo favore. I viola sono di nuovo terzi al termine di una partita molto combattuta, in cui hanno rischiato di perdere e invece si sono ritrovati con i tre punti allo scadere com'era accaduto contro il Carpi due giornate fa. Epilogo determinante nella lotta per il terzo posto quello del Franchi, con i toscani che hanno avuto la meglio su una buona Inter punita ben oltre le proprie colpe e che deve cercare di riprendersi per arrestare un crollo verticale ormai assodato. A decidere l'incontro sono state le scelte a gara in corso di Paulo Sousa, che ha raddrizzato lo 0-1 pescando le gli elementi giusti dalla panchina: Mauro Zárate ha cambiato il volto dell'attacco, El Khouma Babacar ha messo il petto all'inizio del recupero e dato il 2-1. Serviva un risultato del genere alla Fiorentina per ritrovare serenità dopo alcune settimane molto nervose, ma sarebbe servito quantomeno evitare la sconfitta all'Inter per mantenere vive le ambizioni Champions, e invece è arrivato un altro KO che vale anche il sorpasso della Roma. Non ha giocato affatto male la squadra di Mancini, anzi ha gestito bene le varie situazioni in campo ed escluso il primo quarto d'ora non ha subito troppo, certo è che ha chiuso in riserva dopo l'espulsione di Alex Telles (inventata, gestione disastrosa nel finale del contestato Paolo Silvio Mazzoleni, con i padroni di casa che reclamano per un rigore) e per la quarta volta da Inter-Lazio in poi ha perso punti importanti allo scadere, portando il totale a cinque: ora pesano tantissimo, e riprendersi sarà molto complicato.

PRIMO TEMPO

La Fiorentina trova tanto spazio sul binario di sinistra e lo sfrutta bene: al 5' inserimento di Bernardeschi e mancino respinto da Handanovic, poi arriva Kalinic ma a quel punto è fuorigioco; al 7' su palla recuperata alta quasi dalla stessa posizione ci prova Ilicic e il suo connazionale si oppone di piede; al quarto d'ora contropiede avviato nuovamente dallo sloveno, tocco sulla sinistra per Bernardeschi che gli rende il pallone per la conclusione facile ma tra lui e l'1-0 si intromette Telles che salva sulla linea. L'Inter soffre ma regge, fa passare la bufera e si riorganizza, anche con l'inversione di posizione dei due interni di centrocampo, Brozovic e Kondogbia. Al 26' gli ospiti vanno in ripartenza, Palacio serve il francese che chiude un triangolo lungo ma allo stesso tempo perfetto, l'argentino dal fondo non crossa per Icardi sul primo palo bensì sul secondo per l'inserimento del solissimo Marcelo Brozovic che col destro la piazza nel sette: 0-1 al primo assalto interista e terzo gol in campionato del croato. Cambia la partita e la Fiorentina subisce il colpo, sbagliando alcune giocate semplici e rischiando in un paio di circostanze, la principale subito dopo lo 0-1 con un tiro di Éder deviato sul fondo. Solo allo scadere si rivedono i viola con una serie di corner, sul terzo Vecino colpisce di testa e Handanovic alza sopra la traversa.

SECONDO TEMPO

Fiorentina che continua a non trovare varchi, l'Inter è compatta e non lascia sbocchi. Serve una mossa dalla panchina e Paulo Sousa l'azzecca inserendo l'ex Zárate, che dà vivacità all'attacco. All'ora di gioco il pareggio: Ilicic, allargatosi a destra dopo il cambio, pesca sul secondo palo Borja Valero che sfrutta una spizzata di Murillo e di testa mette dentro. L'Inter protesta chiedendo fuorigioco ma lo spagnolo è in linea, rete valida e tutto di nuovo in equilibrio. Azioni non ce ne sono tantissime, l'Inter gestisce palla perché in fondo il pareggio le andrebbe bene, una punizione di Ilicic al 69' passa di molto alta sopra la traversa e poco altro. Serve un altro episodio per cambiare un match indirizzato sull'1-1 ed è un errore arbitrale, evidente, a farlo, ossia il secondo giallo mostrato da Mazzoleni ad Alex Telles per un intervento nettamente sul pallone. Inter furiosa che cerca di portare a casa quantomeno il punto ma subisce il 2-1 al 91', Zárate si gira in area e calcia, Handanovic respinge corto, poi fa un miracolo su El Khouma Babacar che è fortunato a prendere il rimbalzo e mettere dentro, tornando al gol dopo sette partite. Il recupero è un rodeo: Zárate espulso per un litigio a centrocampo con Murillo, i palloni spariscono e si chiude al 96', con Kondogbia cacciato dopo il fischio finale per un applauso ironico.

Il Franchi esplode perché la Fiorentina risponde a quanto aveva fatto la Roma e torna al terzo posto, staccando notevolmente l'Inter ora a -4 e con lo scontro diretto a sfavore. I viola ora ritrovano l'Europa League e la sfida al Tottenham secondo in Premier League, è tracollo invece per la formazione nerazzurra che scivola addirittura al quinto posto sentendo il fiato sul collo del Milan.

IL TABELLINO

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Roncaglia, G. Rodríguez, Astori; Tello (58' Zárate), Vecino (87' Tino Costa), Borja Valero, Alonso; Bernardeschi, Ilicic (87' Babacar); Kalinic. Allenatore: Paulo Sousa
Inter (4-3-3): Handanovic; Nagatomo, Miranda, Murillo, Telles; Brozovic, Medel, Kondogbia; Palacio (84' D'Ambrosio), Icardi, Éder (71' Perišic). Allenatore: Mancini
Arbitro: Paolo Silvio Mazzoleni della sezione di Bergamo (Costanzo – Passeri; Dobosz; Celi – Mariani)
Reti: 26' Brozovic (I), 60' Borja Valero, 91' Babacar
Espulsi: Telles (I) all'82' per doppia ammonizione, Zárate (F) al 95' per scorrettezze, Kondogbia (I) a partita finita per comportamento non regolamentare
Ammoniti: Medel, Icardi, Brozovic, Palacio (I), Alonso, Kalinic (F)

[Immagine presa da corrieredellosport.it]