Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus
Marcelo Brozović Inter-Genoa

Sesta vittoria consecutiva in casa contando tutte le competizioni per l’Inter, che batte il Genoa per 2-0 con un gol per tempo di Marcelo Brozović. I nerazzurri, in attesa della Fiorentina domani, salgono all’ottavo posto.

Una firma e due gol per riprendersi l’Inter. Marcelo Brozović, per oltre un mese fuori rosa a inizio stagione dopo un litigio nell’intervallo della partita contro l’Hapoel Be’er Sheva, ha rimesso la testa a posto e adesso sul campo i risultati si stanno facendo vedere. Una doppietta, la prima in Serie A, per avere la meglio sul Genoa e far sparire un po’ di nubi che avevano circondato nuovamente l’ambiente nerazzurro a seguito del tracollo di otto giorni fa contro il Napoli, al termine di una settimana dove era stato ufficializzato il suo rinnovo di contratto fino al 2021. Il croato ha mascherato una prestazione non certo indimenticabile degli uomini di Stefano Pioli (rivedibile il 3-4-3 iniziale scelto dal tecnico, anche per gli interpreti), che fino al punto dell’1-0 (38′) avevano spesso subito le iniziative avversarie e che anche in vantaggio di una rete non stavano certo convincendo, finché al 69′ è spuntato di nuovo l’ex Dinamo Zagabria a mettere dentro un pallone gentilmente offertogli da João Mário, l’altra nota largamente positiva della serata interista. Nella nebbia del Meazza il Genoa si è fatto più volte preferire all’Inter, ma ha peccato in un fattore non certo trascurabile nel gioco del calcio: la finalizzazione. Troppe volte i rossoblù si sono fermati a un passo dalla porta di Handanović, più per mancanza di incisività che per sfortuna, e pur avendo giocato complessivamente meglio (soprattutto grazie a Darko Lazović, devastante sulla destra) non sono riusciti né a evitare la sconfitta né a trovare la via del gol.

PRIMO TEMPO

Il Genoa gioca, l’Inter segna. Primo tempo sintetizzabile più o meno così perché i nerazzurri di fatto segnano sulla loro unica azione, il resto lo fanno i rossoblù. Dopo un quarto d’ora incerto i liguri iniziano a prendere il sopravvento soprattutto sulla fascia destra, dove Lazović fa quello che vuole: al 19′ l’ex Stella Rossa va via a Murillo e fa partire un tiro-cross destinato a essere messo in rete da Ocampos se non fosse per l’intervento provvidenziale di D’Ambrosio. Ancora Genoa da destra, cross per Simeone e Rigoni che non riescono a colpire nell’area piccola, la prende Ocampos ma con il braccio e per questo viene pure ammonito, all’argentino bastano però due minuti per avere un’altra chance, sul solito traversone di Lazović l’ex Marsiglia va di testa e un grande intervento di Handanović gli nega il gol. Addirittura da calcio d’angolo il Genoa sfiora lo 0-1, Miguel Veloso calcia in porta e l’Inter si salva con Nagatomo, è da un altro corner due minuti dopo che il risultato si sblocca ma dall’altra parte, Burdisso devia un tiro di Icardi e sulla battuta dalla bandierina nessuno la prende in mezzo, facendo schizzare il pallone al limite dove Marcelo Brozović piazza con precisione il destro e lascia Perin Immobile. Secondo gol consecutivo in casa per il croato dopo quello alla Fiorentina, terzo negli ultimi venti giorni contanto anche l’Europa League.

SECONDO TEMPO

Un cambio nell’Inter con Felipe Melo al posto di Éder, João Mário si sposta più avanti con il 3-4-3 di partenza confermato. Come nella prima frazione il Genoa è debordante sulla destra, il solito Lazović va via per l’ennesima volta a Nagatomo e Handanović deve ancora salvare sul suo tentativo di pallonetto, due minuti prima ci aveva provato anche Ocampos senza inquadrare la porta non di molto. Rossoblù a un passo dal pari altre due volte a metà tempo, prima Ninković appena entrato trova una deviazione sulla sua battuta e per poco non inganna Handanović, poi l’indiavolato Lazović mette in mezzo e non trova nessuno. Nel momento migliore del Genoa l’Inter trova il raddoppio, è ancora un lampo estemporaneo a essere decisivo, João Mário va via molto bene sulla sinistra e tocca al centro dove Marcelo Brozović si gira e dall’altezza del dischetto batte per la seconda volta Perin, seconda doppietta in maglia nerazzurra dopo quella alla Juventus nel ritorno delle semifinali di Coppa Italia della scorsa stagione. Solo dopo il 2-0 l’Inter si tranquillizza e va vicina anche al tris, con un colpo di testa di Miranda alzato sopra la traversa da Perin e un destro di Nagatomo fuori di poco, Jurić prova la carta dell’ex con Pandev ma il macedone si fa notare solo per un cross dal fondo ancora una volta non raccolto dai compagni.

L’Inter prosegue la sua marcia al Meazza, dove vince ininterrottamente dopo il tracollo per 1-2 contro il Cagliari di metà ottobre, e adesso può gestire una settimana tranquilla dopo tante difficoltà prima della trasferta di Reggio Emilia col Sassuolo. Genoa impegnato in settimana: nel tardo pomeriggio di giovedì deve recuperare la partita contro la Fiorentina della terza giornata sospesa per pioggia, si ripartirà al 28′.

IL TABELLINO

Inter (3-4-3): Handanović; D’Ambrosio, Miranda, Murillo; Candreva, Brozović, João Mário (88′ Banega), Nagatomo; Éder (46′ Felipe Melo), Icardi, Palacio (57′ Perišić). Allenatore: Pioli
Genoa (3-4-3): Perin; Izzo, Burdisso, Muñoz; Lazović, Rincón, Miguel Veloso, Laxalt (85′ Edenílson); L. Rigoni (79′ Pandev), Simeone, Ocampos (57′ Ninković). Allenatore: Jurić
Arbitro: Paolo Valeri della sezione di Roma 2 (Longo – Ranghetti; Preti; Pairetto – Manganiello)
Reti: 38′, 69′ Brozović
Ammoniti: Miguel Veloso, Ocampos (G), Murillo (I)

[Immagine presa da corrieredellosport.it]