Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus sulle Multiple del 300% Info Bonus
Betway 20€ Bonus Benvenuto Scommesse su 2 depositi + 5€ Ogni Settimana Info Bonus
Casinomania Fino a 75€ Bonus Scommesse Rilasciati a Scaglioni di 5€ Info Bonus
888sport Bonus Benvenuto Scommesse fino a 100€ – Codice: ITALIA Info Bonus
SNAI 5 euro gratis + fino a 300€ sul primo deposito Info Bonus
William Hill 35€ Subito + 200€ Sul Primo Deposito – Codice: ITA235 Info Bonus
Gabriele Gravina presidente FIGC

Altre novità dal Consiglio Federale, dove è stato confermato il format della Serie B a venti squadre per la prossima stagione (vedi articolo): la FIGC ha annunciato che Demetrio Albertini diventa il presidente del Settore Tecnico e che cambia la regola sulla sospensione delle partite per i cori razzisti, a seguito di quanto avvenuto con Kalidou Koulibaly dopo Inter-Napoli del 26 dicembre.

“È Demetrio Albertini il nuovo Presidente del Settore Tecnico della FIGC: l’ex centrocampista della Nazionale e del Milan, già Vice Presidente e Vice Commissario della FIGC e Presidente del Club Italia, è stato nominato oggi dal Consiglio Federale alla guida di un settore strategico per la formazione dei tecnici e dei dirigenti del calcio italiano. La nomina, su proposta del Presidente Federale d’intesa col presidente dell’AIAC Renzo Ulivieri, è stata salutata da un’unanime approvazione da parte del Consiglio Federale e contestualmente è stato rivolto un ringraziamento caloroso a Gianni Rivera per il lavoro svolto in questi anni.

Con riferimento alla Tutela dell’ordine pubblico in occasione delle gare, il Consiglio ha approvato all’unanimità la modifica dell’art. 62 delle NOIF così come proposto dal presidente Gabriele Gravina. Nello specifico, su segnalazione del responsabile dell’ordine pubblico in servizio allo stadio o dei collaboratori della Procura Federale in caso di cori o striscioni razzisti e discriminatori, viene introdotta l’interruzione temporanea della gara a opera dell’arbitro e viene disposto che l’annuncio al pubblico venga dato a gioco fermo (con i giocatori al centro del campo). Resta immutata la competenza del responsabile dell’ordine pubblico a non dare inizio, a sospendere, anche definitivamente, la gara. Parimenti, con la modifica dell’art. 13 del Codice di Giustizia Sportiva, sono state reintrodotte le esimenti e le attenuanti per i casi di razzismo e discriminazione con l’obiettivo di riconoscere alle società e ai tifosi per bene di dare segnali molto importanti.

«In questo modo – ha spiegato Gravina – abbiamo semplificato le procedure togliendo responsabilità ad arbitro e IV uomo individuando nel delegato alla sicurezza e all’ispettore della Procura Federale il compito di segnalare eventuali cori razzisti. Abbiamo inoltre reintrodotto una serie di esimenti. L’ipotesi della sospensione è un danno di immagine per il calcio italiano e un danno per i tifosi per bene, le responsabilità devono essere singole e non collettive ma va fatto qualcosa affinché il calcio per bene possa vincere, dobbiamo sovrastare quegli episodi con il tifo sano»“.

[Fonte: figc.it]