Sorpresa Virtus Entella: Genoa battuto ai rigori e vola agli ottavi

0

Nel derby ligure arriva la sorpresa maggiore di questo quarto turno di Coppa Italia, con la Virtus Entella che ha avuto la meglio sul Genoa ai calci di rigore. Rossoblù che si erano ritrovati già due volte in svantaggio nei tempi regolamentari, ma in entrambi i casi alle reti di Icardi aveva risposto Piątek su rigore. Poi ai supplementari è arrivato il terzo rigore di serata per gli uomini di Jurić con Lapadula a trasformare il 3-2 che sembrava decidere la sfida, ma nell’ultimo minuto di recupero è arrivato il pari di Adorján. Nei rigori finali è stato poi Paroni a salvare sullo stesso Lapadula, regalando alla società di Chiavari gli ottavi di finale contro la Roma.

Jurić sorprende mettendo dal primo minuto in campo Piątek insieme a Lapadula in avanti, sulle fasce spazio per Rômulo e Pedro Pereira, mentre in difesa Lisandro López è al centro della linea a tre. Boscaglia sceglie Icardi e Martinho ai lati di Ardizzone e Di Paola a centrocampo, in attacco Adorján è al fianco di Petrović, invece dietro tocca a Cleur fare coppia con Zigrossi.

PRIMO TEMPO

Il Genoa inizia la partita con autorità e prova ad indirizzarla subito con una bella combinazione tra Iuri Medeiros e Pedro Pereira che porta al tiro l’esterno, Paroni è attento e respinge il tiro sul primo palo. All’11’ l’occasione è ancora più clamorosa: punizione dalla trequarti, Zukanović controlla e smarca Lapadula con la porta spalancata, ma sul tiro a botta sicura dell’ex Milan salva incredibilmente Paroni in uscita. I rossoblù continuano a controllare la partita, ma al primo affondo della Virtus Entella vengono beffati da Simone Icardi che si inventa un destro a giro sul palo lungo che lascia completamente immobile Marchetti. Gli uomini di Jurić accusano il colpo, tranne Piątek che si carica la squadra sulle spalle e prima chiama Paroni ad un grande intervento e poi si guadagna un rigore per fallo di Di Paola. È il 27′ e sul dischetto va lo stesso Krzysztof Piątek che non sbaglia e firma così il suo quinto gol in Coppa Italia. Nel finale del tempo i padroni di casa cercano di completare la rimonta, ma Paroni risponde di nuovo presente su un tiro da fuori di Rômulo.

SECONDO TEMPO

I ritmi della ripresa non sono molto alti, con il Genoa che ha il predominio territoriale, ma che si vede soltanto al 49′ con un mancino a giro fuori misura di Medeiros. Jurić prova a dare nuova linfa ai suoi con l’inserimento di Pandev e Bessa e proprio il macedone sfiora la rete con un gran sinistro che esce di pochissimo. Le iniziative genoane finiscono però qua, con la partita che inizia a trascinarsi senza sussulti su entrambi i lati del campo. I supplementari iniziano ad essere ormai all’orizzonte, ma all’83’ la Virtus Entella va di nuovo in vantaggio ancora con Simone Icardi, puntuale a mettere in rete un perfetto cross rasoterra. Neanche il tempo di rimettere il pallone al centro del campo che il copione del primo tempo si ripete: Biraschi viene steso in area di rigore e Marini assegna di nuovo il penalty. Dagli undici metri va di nuovo Krzysztof Piątek che batte Paroni per il 2-2.

TEMPI SUPPLEMENTARI

Il protagonista dei supplementari è ovviamente Piątek che impiega due minuti per sfiorare la clamorosa tripletta con un tiro da posizione difficile, Paroni è battuto, ma la traversa gli nega il gol. La Virtus Entella non rinuncia comunque ad attaccare ed al 101′ è Marchetti a dover sfoderare un grandissimo intervento per respingere su un tiro di Paolucci deviato da Zukanović. Al 109′ arriva anche il terzo rigore della serata per il Genoa con Pandev steso in area da Baroni. Stavolta è Gianluca Lapadula a calciare, ma il risultato non cambia: pallone in rete e Genoa finalmente in vantaggio. Le emozioni non sono comunque finite, perché i giocatori di Boscaglia sfiorano il 3-3 con un’azione splendida di Mota che controlla in area e poi gira in porta, ma Marchetti è di nuovo bravissimo e respinge. Al 120′ è poi Piątek ad andare di nuovo vicino al gol, ma il secondo legno di giornata gli nega la tripletta. Il Genoa si dimostra comunque molto immaturo e nell’unico minuto di recupero riesce a subire il gol del pari: Icardi si libera di nuovo sul secondo palo ma colpisce male, però il suo tiro svirgolato diventa un assist perfetto per l’arrivo di Krisztián Adorján che di testa insacca il 3-3 finale.

TIRI DI RIGORE

La sequenza degli undici metri premia subito la Virtus Entella, perché Mota non sbaglia, mentre Bessa calcia alto. Situazione che torna in parità nel terzo “giro” perché Marchetti para su Baroni e Sandro batte Paroni. Il resto della serie è perfetto per entrambe le squadre e si finisce così ad oltranza, dove all’ottavo rigore per il Genoa è Lapadula a farsi ipnotizzare da Paroni che para e manda così la Virtus Entella agli ottavi di finale di Coppa Italia contro la Roma.

IL TABELLINO

Genoa (3-5-2): Marchetti; Biraschi, Lisandro López, Zukanović; Rômulo, Iuri Medeiros (58′ Pandev), Rolón (106′ Sandro), Omeonga (81′ Veloso), Pedro Pereira (58′ Bessa); Lapadula, Piątek.
Virtus Entella (4-4-2): Paroni; Belli, Cleur, Zigrossi (74′ Baroni), Crialese; Icardi, Ardizzone (94′ Paolucci), Di Paola, Martinho (63′ Nizzetto); Adorján, Petrović (64′ Mota).
Arbitro: Valerio Marini
Ammoniti: Lisandro López, Lapadula (G);Adorján,Paolucci (V)
Reti: 27′, 85′ Piątek, 110′ Lapadula (G); 20′, 83′ Icardi, 121′ Adorján (V)
Sequenza rigori: Mota gol (V); Bessa fuori (G); Nizzetto gol (V); Veloso gol (G); Baroni parato (V); Sandro gol (G); Belli gol (V); Biraschi gol (G); Paolucci gol (V); Piątek gol (G); Di Paola gol (V); Zukanović gol (G); Icardi gol (V); Rômulo gol (G); Adorján gol (V); Lapadula parato (G)

[Immagine presa da twitter.com]