Gol e spettacolo, Fiorentina ed Atalanta pareggiano 3-3

0

Se ieri sera erano mancati i gol nella prima semifinale tra Lazio e Milan stasera non ci si può di certo lamentare, con un 3-3 spettacolare tra Fiorentina ed Atalanta. Maggiori rimpianti per i bergamaschi, prima in vantaggio per 0-2 e poi per 2-3, rimontati entrambe le volte dai viola, anche a causa di alcune ingenuità difficili da spiegare. Nei minuti di recupero traversa colpita da Hateboer.

Pioli sceglie la difesa a tre con Ceccherini e Vitor Hugo ai lati di Milenković, l’esterno tutta fascia a destra è Dabo con Veretout in mediana, mentre in avanti la coppia è quella composta da Chiesa e Muriel. Gasperini ritrova i migliori escluso Freuler squalificato con Iličić e Gómez a supporto di Zapata, a centrocampo de Roon è insieme a Pašalić, invece dietro è Mancini a vincere il ballottaggio con Masiello.

PRIMO TEMPO

La Fiorentina inizia con ritmo, soprattutto con Muriel che arriva prima al tiro dal limite dell’area, ma manda fuori, e poi penetra in area di rigore con un’azione personale e viene bloccato con fatica. Dopo i primissimi istanti, però, cresce l’Atalanta con il passare dei minuti con un Iličić in serata di grazia e che sfiora la rete già all’11’, con un mancino dai venti metri deviato, ma Lafont è bravissimo e ha il riflesso giusto per deviare. Lo sloveno è fenomenale cinque minuti più tardi per il vantaggio: stop e dribbling incorporato su Vitor Hugo a sessanta metri dalla porta, strepitosa progressione fino al limite dell’area dove imbuca perfettamente per Alejandro Gómez che supera Lafont in uscita per lo 0-1. Il colpo è pesante per i viola che due minuti dopo subiscono anche il raddoppio, ancora con Iličić assoluto protagonista grazie ad un filtrante alto per l’inserimento di Mario Pašalić che infila Lafont sotto le gambe e manda in gol. Gli uomini di Gasperini sono in completo controllo della partita fino al 33′, quando Palomino, da ultimo uomo, si fa rubare palla da Federico Chiesa che si invola e poi batte Berisha per la rete che riapre il match e riaccende l’entusiasmo dei viola. Entusiasmo che si corona poco più tardi con Muriel che aggancia male in area di rigore, ma il suo stop diventa un assist perfetto per l’arrivo di Marco Benassi che, con il destro al volo, non lascia scampo a Berisha per il clamoroso 2-2. Prima della fine del tempo c’è spazio per un incredibile episodio: Hateboer viene colpito nettamente in faccia dal pallone a metà campo, ma Giacomelli estrae il cartellino giallo per un presunto fallo di mani che costerà all’olandese il match di ritorno (era diffidato).

SECONDO TEMPO

Inizio di ripresa decisamente equilibrato con molta lotta in mezzo al campo. La prima occasione è per i padroni di casa: corner da sinistra con Vitor Hugo che stacca tutto solo in mezzo all’area, ma manda fuori di pochissimo. Proprio su palla inattiva nasce anche il nuovo vantaggio dell’Atalanta, con Lafont che respinge malissimo e centralmente il cross, al limite dell’area arriva di slancio Marten de Roon che spara in rete con tutta la propria forza e fulmina il portiere francese. I bergamaschi dopo il nuovo vantaggio sembrano di nuovo in pieno controllo della partita, con la Fiorentina che fatica a creare nuove occasioni. Tuttavia, al 79′ i nerazzurri si fanno di nuovo beffare, quando Simeone strappa palla a Hateboer a centrocampo e fa correre sulla fascia Chiesa che si prende il vantaggio sul diretto marcatore e crossa rasoterra per l’arrivo in spaccata di Luis Muriel che infila in rete il 3-3. Nel finale sembrano proprio gli uomini di Pioli ad avere più energie e provarci, prima con Chiesa che semina il panico a destra e crossa per Simeone che viene anticipato a due passi dalla porta, poi con un destro di Muriel dai venticinque metri che si perde di poco a lato. Ma nel terzo minuto di recupero sono i bergamaschi ad andare ad un passo dal colpaccio con Hateboer che si inserisce e di testa centra in pieno la traversa. Termina così con uno spettacolare pareggio questo primo atto tra Fiorentina ed Atalanta, appuntamento per la semifinale di ritorno il 24 aprile allo Stadio Atleti Azzurri d’Italia.

FIORENTINA-ATALANTA 3-3 – IL TABELLINO

Fiorentina (3-5-2): Lafont; Ceccherini (80′ Laurini), Milenković, Vitor Hugo; Dabo (76′ Simeone), Benassi, Veretout, Gerson (52′ Edimilson Fernandes), Biraghi; Chiesa, Muriel.
Atalanta (3-4-2-1): E. Berisha; Tolói, Palomino, Mancini; Hateboer, de Roon, Pašalić, Castagne; Iličić, Gómez (87′ Barrow); D. Zapata (84′ Reca).
Arbitro: Piero Giacomelli
Ammoniti: Vitor Hugo, Biraghi, Laurini (F); Hateboer, Mancini, Tolói (A)
Reti: 33′ Chiesa, 36′ Benassi, 79′ Muriel (F); 16′ Gómez, 18′ Pašalić, 58′ de Roon (A)

[Immagine presa da twitter.com]