Il Cesena può sognare, Ciano e Laribi eliminano il Sassuolo

0
Ciano inizia la rimonta del Cesena

Clamorosa sconfitta del Sassuolo negli ottavi di finale di Coppa Italia, i neroverdi passano in vantaggio con Pellegrini, ma poi si fanno rimontare dal Cesena che trova il gol partita all’84’ con l’ex Laribi.

Di Francesco conferma il 4-3-3 e rilancia dal primo minuto Politano con Iemmello e Ragusa in avanti, a centrocampo ritorna Duncan con Sensi e Pellegrini, mentre dietro Antei fa coppia con Acerbi, con Pegolo titolare fra i pali. Camplone punta sul 3-5-2 con Ciano a fare coppia avanzata con Rodríguez, in mediana Laribi affianca Vitale e Cinelli con Renzetti e Balzano sugli esterni, in difesa Perticone e Ligi sono ai fianchi di Rigione.

PRIMO TEMPO

L’inizio per gli uomini di Di Francesco è ottimo ed arrivano alla conclusione già al 3′ quando Pellegrini impegna Agazzi che devia in angolo. Sugli sviluppi del corner schema dei neroverdi che porta al tiro Politano, Agazzi respinge corto e sulla ribattuta arriva Lorenzo Pellegrini che da due passi non può sbagliare e firma così il vantaggio. Il Sassuolo non si ferma e continua a creare, come all’11’ con una punizione di Politano dai venticinque metri che costringe Agazzi a deviare in calcio d’angolo. Dopo l’inizio intenso i padroni di casa decidono di rallentare il ritmo, con un Cesena che ci prova in contropiede, soprattutto sulla fascia sinistra, ma i romagnoli commettono troppi errori di misura al momento di concretizzare. Il Sassuolo torna in avanti al 41′ con Duncan e Iemmello che si scambiano il pallone al limite dell’area, il centrocampista serve l’attaccante con la porta sguarnita, ma il tiro dell’italiano viene deviato sulla linea da un difensore.

SECONDO TEMPO

I neroverdi iniziano bene anche la ripresa e sfiorano il raddoppio al 48′ con un gran cross di Dell’Orco che pesca Politano, ma il colpo di testa dell’attaccante esterno termina di poco sopra la traversa. Una delle combinazioni più interessanti tra gli uomini di Di Francesco è quella che unisce Duncan e Iemmello, con l’ex interista che lancia nell’uno contro uno la punta, ma il suo mancino viene salvato in uscita da un ottimo Agazzi. Il Sassuolo continua a condurre il match senza troppo problemi, ma all’81’ cambia il corso della partita: Antei stende Cocco in area, Rocchi non ha dubbi e concede il rigore. Dagli undici metri Camillo Ciano rimane freddo e batte Pegolo per un inaspettato pareggio. I padroni di casa provano immediatamente a riversarsi in avanti per ritrovare il vantaggio, ma si sbilanciano troppo ed all’84’ vengono puniti con il raddoppio degli uomini di Camplone: Balzano trova grande spazio a destra ed arriva quasi sul fondo prima di toccare rasoterra all’indietro per l’arrivo dell’ex Karim Laribi, che con il piatto non lascia scampo a Pegolo. Gli ultimi assalti dei neroverdi producono soltanto una mischia finale in cui interviene coraggiosamente Agazzi che si guadagna la punizione che termina la partita. Il Cesena batte così clamorosamente il Sassuolo ed ai quarti di finale affronterà la vincente di Roma-Sampdoria che si disputerà domani sera.

IL TABELLINO

Sassuolo (4-3-3): Pegolo; Adjapong, Antei, Acerbi, Dell’Orco; Pellegrini (84′ Mazzitelli), Sensi, Duncan; Politano (77′ Ricci), Iemmello (68′ Defrel), Ragusa.
Cesena (3-5-2): Agazzi; Perticone, Rigione, Ligi; Balzano, Vitale (58′ Garritano), Cinelli (73′ Schiavone), Laribi, Renzetti; Ciano, Rodríguez (58′ Cocco).
Arbitro: Gianluca Rocchi
Ammoniti: Dell’Orco, Antei (S); Ligi, Perticone, Cocco (C)
Reti: 4′ Pellegrini (S), 81′ Ciano, 84′ Laribi (C)

[Immagine presa da corrieredellosport.it]