Consiglio Federale, bocciato il Palermo. Venezia ripescato in Serie B

0

Il Palermo è ufficialmente fuori dal calcio professionistico italiano, dovrà ripartire dalla Serie D con una nuova società. Il Consiglio Federale ha bocciato la richiesta d’iscrizione dei rosanero, perciò sarà il Venezia a essere ripescato in Serie B.

Era nell’aria, ma qualcuno sperava ancora ci fosse spazio per un ribaltone. Il Consiglio Federale invece non ha potuto fare altro che estromettere il Palermo dalla prossima Serie B, non accettando la richiesta d’iscrizione presentata fuori dai termini previsti e con ulteriori problemi legati alle inadempienze economiche. I rosanero adesso dovranno ripartire dalla Serie D, con una nuova società e le continue voci (peraltro confermate dal diretto interessato) di una volontà da parte di Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, di rilevare il club. In Serie B intanto ci torna il Venezia, che era retrocesso sul campo a seguito dei play-out giocati contro la Salernitana: i lagunari sono la ventesima e ultima squadra del campionato cadetto per la stagione 2019-2020. In Serie C riammesse A. J. Fano, Paganese e Virtusvecomp Verona, ripescate Modena e Reggio Audace (l’ex Reggiana) mentre non è stata accettata la richiesta di ripescaggio per Audace Cerignola e Bisceglie. A breve la Lega Pro definirà la composizione dei tre gironi, dopo l’annuncio della data dei calendari (vedi articolo).