Calvarese lascia l’AIA: si dimette da arbitro nonostante la deroga

0

Gianpaolo Calvarese non fa più parte dell’AIA, nonostante fosse stato inserito negli arbitri per la nuova stagione (vedi articolo). Ha dato le dimissioni per evitare un conflitto d’interessi.

Gianpaolo Calvarese non fa più parte dell’AIA. L’arbitro della sezione di Teramo si è dimesso dal ruolo, con una scelta personale. Sky Sport spiega che la ragione è legata a un’attività imprenditoriale di famiglia, che produce integratori sportivi. Alla base della decisione l’impossibilità, complice un evidente conflitto d’interessi, di allargare il mercato a club di Serie A e Serie B. Calvarese (come tutti gli altri suoi colleghi interessati) aveva avuto una deroga per poter arbitrare ancora una stagione, pur avendo raggiunto il limite di età (portato da 45 a 46 anni). Il nuovo responsabile della CAN, Gianluca Rocchi, con l’uscita di Calvarese avrà quindi a disposizione tre arbitri in meno per la nuova stagione, viste le squalifiche di Federico La Penna e Fabrizio Pasqua (vedi articolo).