Cagliari, presentato il ritiro per la prossima stagione: Aritzo e Pejo, le date

0

Il Cagliari conferma il ritiro per la prossima stagione: i rossoblù inizieranno con qualche giorno in Sardegna, ad Aritzo, per poi spostarsi due settimane a Pejo. Questa la presentazione che si è svolta oggi al Centro Sportivo di Assemini.

Il Cagliari conferma la formula del ritiro precampionato già sperimentata nelle scorse stagioni. I rossoblù inizieranno il 2019-2020 il prossimo 8 luglio in Sardegna, ad Aritzo, dove resteranno fino all’11. Successivamente, dal 13 al 27 luglio, saranno in Val di Sole nel comune di Pejo, e anche qui è un appuntamento rinnovato da diverso tempo.

«Siamo tutti molto contenti – dichiara il Direttore Generale del Cagliari, Mario Passettidi poter confermare che per un altro anno, esattamente per il quinto anno, andiamo ad Aritzo qualche giorno e che, per il quarto anno di fila, andiamo a Pejo a fare il nostro ritiro precampionato. È bello pensare che ormai i rapporti che ci legano sono di amicizia, ancora prima che professionali, e sono dettati dal fatto che oltre ad aver avuto sempre delle strutture e un’ospitalità che ha sempre risposto alla grande alle nostre, non poche, richieste c’è stata sempre tantissima collaborazione, dettata anche dai rapporti che si sono instaurati negli anni. Siamo contenti che Pejo abbia insistito per averci, so che hanno avuto altre possibilità ma significa che abbiamo costruito qualcosa in questi anni, poi confermiamo di andare ad Aritzo che ha per noi un significato speciale, per il fatto di aprire ai tifosi dell’isola da subito gli allenamenti e la primissima amichevole del Cagliari, è sempre un qualcosa di molto importante».

«È stata l’amicizia – spiega Angelo Dalpez, sindaco di Pejo – che ci ha portati a rinnovare, anche quest’anno, quest’appuntamento col Cagliari. Devo dire che le mie intenzioni, proprio come sindaco, erano di tenere fermo il campo per un anno: volevamo fare delle tribune, probabilmente rinvieremo al prossimo anno ma senza rinunciare a niente. Abbiamo già fatto un sopralluogo, la squadra locale del campionato di Prima Categoria non gioca più e il campo per i primi di luglio sarà perfettamente pronto. Mi fa piacere ospitare ancora il Cagliari, abbiamo avuto diverse offerte e lo possiamo dire, a partire dal Torino e poi la Cremonese, che il patron è di Pejo, si era interessata anche la SPAL ma noi abbiamo scelto il cuore, che ci ha portati ancora in Sardegna».

«Noi – conclude il sindaco di Aritzo Gualtiero Mameli siamo contentissimi, naturalmente, dopo il primo ritiro che è stato quando il Cagliari era appena retrocesso in Serie B. Cerchiamo di mettere a frutto il più possibile questi giorni per far conoscere in anteprima i nuovi giocatori ai tifosi sardi, e per promuovere la zona. In tantissimi si riversano ad Aritzo per vedere i primi allenamenti e la prima amichevole. Col Cagliari i rapporti non si fermano solo al ritiro, abbiamo anche il Summer Camp che da noi è sempre tutto esaurito, speriamo di continuare ad andare avanti così e speriamo che i giorni diventino di più in futuro».

Nelle prossime settimane, presumibilmente entro la fine del mese, il Cagliari comunicherà anche il programma delle prime amichevoli precampionato, che si svolgeranno nelle due sedi del ritiro.