Arbitri, al via il raduno per la nuova stagione dopo il caso rimborsi spese

0

Gli arbitri hanno iniziato oggi il raduno in vista della nuova stagione di Serie A e Serie B. Agli ordini del nuovo responsabile CAN, Gianluca Rocchi, non si sono presentati tutti: dopo le dimissioni di Gianpaolo Calvarese (vedi articolo) e le sospensioni di sette direttori di gara (vedi articolo). È di ieri la notizia che anche Piero Giacomelli e Davide Massa, sempre per la vicenda rimborsi spese, siano sospesi in attesa di chiarimenti.

“Si è aperto oggi a Sportilia il raduno precampionato della Commissione Arbitri Nazionale di Serie A e Serie B. Quando ormai mancano poche settimane all’inizio dei Campionati, gli arbitri e gli assistenti in organico si sono infatti riuniti per preparare la nuova Stagione Sportiva. In programma sette giorni di lavori in aula, esercitazioni al VAR, allenamenti collettivi e test atletici sul terreno di giuoco. «Saremo la 21° squadra in campo – ha detto il Responsabile Gianluca Rocchi Per questo mi piace sottolineare l’origine della parola ‘Competere’ fatta di ‘cum’ e ‘petere’, che letteralmente significa ‘andare insieme’. Io e tutta la Commissione, con Andrea Gervasoni, Elenito Di Liberatore e Lorenzo Manganelli, daremo il 110% e chiederemo a tutti gli arbitri e gli assistenti di fare lo stesso».

Rocchi, dopo aver portato i saluti del Presidente dell’Associazione Italiana Arbitri Alfredo Trentalange e della FIGC Gabriele Gravina, ha chiesto ai neo immessi in organico di presentarsi, ha ringraziato la Commissione che fino alla scorsa Stagione Sportiva ha guidato il gruppo, e ha fatto i complimenti alla squadra arbitrale italiana che ha partecipato al recente Campionato Europeo.

In aula è stata poi illustrata la Circolare 1 da parte di Enzo Meli, Responsabile del Modulo Regolamento del Settore Tecnico, contenente le novità e le interpretazioni regolamentari. Una particolare attenzione è stata prestata alla valutazione dei falli di mano commessi da calciatori attaccanti e difendenti. Il pomeriggio si è concluso con una seduta di allenamento, con lavori differenziati sui due campi di Sportilia, sotto la supervisione dei preparatori atletici e dei fisioterapisti.

Il raduno è stato organizzato seguendo scrupolosamente le misure di sicurezza anti-COVID, con le indicazioni del modulo Bio Medico in base al protocollo federale, con tutti i presenti che prima di entrare nella struttura si sono sottoposti al tampone e al test sierologico. Domani sono in programma i primi test atletici ed una serie di riunioni tecniche”.

[Fonte: aia-figc.it]