Valencia, casi di Coronavirus in forte aumento. E arrivano le accuse

0

Il Valencia ha segnalato ieri cinque contagiati dal Coronavirus (vedi articolo). Questa sera la società spagnola ha annunciato che, in realtà, sono molti di più i casi positivi, e accusa in maniera neanche troppo velata l’UEFA per aver permesso di giocare la partita di Champions League con l’Atalanta.

“Il Valencia informa di nuovi casi positivi al Coronavirus fra staff tecnico e giocatori della prima squadra. Tutti sono asintomatici e si trovano a casa con seguito da parte dei medici e misure di quarantena, realizzati in accordo con il piano di lavoro programmato. Nonostante le strette misure adottate dal club, dopo aver disputato il 19 febbraio una partita di Champions League a Milano (con l’Atalanta, ndr), area confermata ad alto rischio dalle autorità italiane qualche giorno dopo, ha distanziato la rosa dal resto del pubblico, ma gli ultimi risultati hanno dimostrato che l’esposizione alle partite ha provocato un 35% di casi positivi.

Il Valencia sfrutta questa prova di alta contagiosità del Coronavirus per insistere nella richiesta che la popolazione rimanga a casa e segua strettamente le misure di igiene e prevenzione già pubblicate. In aggiunta, rinforza la fiducia nel sistema di salute e nelle raccomandazioni del Ministro della Salute per quei casi di infezione da Coronavirus che si trovano in isolamento domiciliare”.

[Fonte: valenciacf.es]