Urlo Romania! In un finale folle l’Inghilterra perde 4-2 ed è fuori

0

È stato forse il quarto d’ora finale più folle di sempre quello giocato da Inghilterra e Romania, che ha premiato i secondi con una vittoria per 4-2 che li avvicina alle semifinali degli Europei Under-21. Inglesi eliminati dopo una partita che hanno condotto bene nella ripresa, ma si sono trovati murati da un grandissimo Radu e poi nel finale sono stati traditi da Henderson e dalla sfortuna (traversa di Abraham).

Boothroyd cambia abbastanza rispetto al primo match, anche Foden va in panchina per fare spazio a Mount a centrocampo con Dowell e Maddison, invece in avanti ci sono Calvert-Lewin e Barnes con Gray. Al contrario Radoi conferma gli stessi undici che hanno battuto e dominato la Croazia, con Man, Hagi ed Ivan alle spalle di Puşcaş unico riferimento avanzato.

PRIMO TEMPO

L’Inghilterra prova subito ad imporre il proprio possesso palla e la Romania di certo non si oppone a questa strategia, mettendosi in attesa per sfruttare le ripartenze. E le ripartenze rumene sono quasi letali nei primi minuti perché, dopo una conclusione dai trenta metri di Hagi che Henderson respinge in qualche modo, al 6′ Puşcaş rifinisce una transizione perfetta servendo Ivan che calcia di potenza sul primo palo, ma Henderson è bravissimo ad opporsi e deviare in corner. Sul calcio d’angolo seguente altra occasione clamorosa che capita sui piedi di Ivan dopo la torre di Puşcaş, ma l’esterno offensivo calcia fuori tutto solo di fronte a Henderson. Gli inglesi continuano a capirci pochissimo per tutto il primo quarto d’ora, tanto che al 14′ ci vuole di nuovo uno strepitoso Henderson per salvare su un’altra transizione rumena iniziata da Puşcaş, continuata da Hagi e che porta al tiro nell’uno contro uno Man. Nella seconda parte della prima frazione crescono gli uomini di Boothroyd, che però non riescono praticamente mai ad impensierire Radu, almeno fino al primo minuto di recupero con un tiro velenoso di Mount dai venti metri che il portiere del Genoa riesce a deviare.

SECONDO TEMPO

La ripresa inizia con un tiro di Hagi parato da Henderson, ma poi la partita diventa quasi di dominio dell’Inghilterra. Tutto viene accentuato dopo l’inserimento di Foden, che all’ora di gioco si accende e calcia, ma Radu sfodera un grande intervento e riesce a respingere. Neanche un minuto dopo e ci prova anche Maddison con una gran botta diretta nell’angolino, ma Radu dice di no anche a lui con un’altra parata di alto livello. Per gli inglesi rimane comunque difficile penetrare nell’area avversaria e così Foden ci prova di nuovo da fuori, ma stavolta la sua conclusione si perde di poco a lato. Al 75′ cambia indirizzo la partita, quando Coman aggancia palla sul secondo palo, salta secco Kenny che lo stende, Ekberg non ha dubbi ed assegna il rigore. Dagli undici metri è di nuovo glaciale George Puşcaş che non lascia scampo a Henderson e porta in vantaggio i suoi. Gli uomini di Boothroyd, tuttavia, riescono a reagire subito e trovano il pari con una splendida conclusione di Demarai Gray, che con il destro a giro non lascia scampo a Radu. Gli inglesi non si possono accontentare del pareggio e continuano a spingere, tanto che all’83’ ci vuole un altro intervento strepitoso di Radu, che toglie da sotto l’incrocio un colpo di testa di Calvert-Lewin. Lo sbilanciamento dell’Inghilterra viene punito due minuti dopo, quando Tomori respinge male e Ianis Hagi calcia una staffilata rasoterra che fulmina Henderson. La partita è, però, completamente esplosa e così palla al centro ed arriva il nuovo pareggio con Tammy Abraham che controlla in area e poi in diagonale trova l’angolino giusto. Ma è ancora più incredibile ciò che accade all’89’ con la Romania che trova il jolly con Florinel Coman che calcia senza troppe pretese dai venticinque metri, Henderson è sul pallone ma se lo fa passare incredibilmente sotto le gambe. I rumeni sono però totalmente in bambola in fase difensiva e rischiano di nuovo sull’azione appena successiva al nuovo vantaggio, con Abraham che prima viene murato ancora una volta da un grande Radu e poi colpisce in pieno la traversa di testa. La parola fine la mette di nuovo Florinel Coman, stavolta con una grandissima botta sul rimbalzo del pallone con Henderson immobile. La Romania si mantiene così a punteggio pieno nel Gruppo C e potrà osservare con tutta tranquillità la partita tra Francia e Croazia. Matematicamente eliminata l’Inghilterra dopo essere stata due volte beffata nel finale di partita.

INGHILTERRA-ROMANIA 2-4 – IL TABELLINO

Inghilterra (4-3-3): Henderson; Kenny, Tomori, Clarke-Salter, Dasilva (78′ Abraham); Maddison, Dowell, Mount; Gray, Calvert-Lewin, Barnes (46′ Sessegnon, 57′ Foden).
Romania (4-2-3-1): Radu; Manea, Nedelcearu, Pașcanu, Ștefan; Băluţă, Cicâldău; Man (74′ Dragomir), Hagi (87′ Nedelcu), Ivan (63′ Coman); Puşcaş.
Arbitro: Andreas Ekberg (SWE)
Ammoniti: Tomori (I); Băluţă, Puşcaş (R)
Reti: 79′ Gray, 87′ Abraham (I) 76′ Puşcaş, 85′ Hagi, 89′, 93′ Coman (R)

[Immagine presa da twitter.com]