UEFA, le risposte sulla gestione dell’emergenza Coronavirus

0

L’UEFA, attraverso il suo sito ufficiale, ha aggiornato sulle scelte prese martedì per gestire l’emergenza Coronavirus. Il rinvio degli Europei dà più tempo per completare Champions League ed Europa League, oltre ai campionati nazionali, ma sulle date per chiudere la stagione 2020-2021 resta ancora incertezza.

L’UEFA risponde ad alcune domande sul rinvio di EURO 2020 e sul futuro delle competizioni per club nazionali e internazionali.

Quando tornerà alla normalità il calcio europeo?

R: è troppo presto per dire quando si riprenderà a giocare. Come ha fatto fin dall’inizio della pandemia di COVID-19, la UEFA continuerà a consultarsi con l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e le autorità nazionali per coordinare la risposta del calcio europeo a una crisi in continua evoluzione. Anche se le decisioni di martedì evidenziano che la UEFA è pronta a fare scelte difficili, tutti i provvedimenti si baseranno sempre sui consigli degli esperti e metteranno al primo posto la salute di tutti gli interessati.

Perché è stata data priorità alle competizioni UEFA per club rispetto a EURO 2020?

R: si ritiene che lo spostamento di EURO 2020 sia la migliore soluzione per il calcio europeo. La UEFA si augura che questa misura agevoli il completamento di tutte le competizioni nazionali e internazionali.

Le finali delle principali competizioni UEFA per club si giocheranno nelle date e nelle città previste?

R: è troppo presto per dirlo. Se la situazione migliora, l’obiettivo è concludere tutte le competizioni per club europee e nazionali entro la fine della stagione sportiva (30 giugno 2020). Tuttavia, occorre garantire innanzitutto la salute di tutte le persone coinvolte. Il gruppo di lavoro valuta diversi scenari. Prima di giungere a una qualsiasi conclusione, è necessario attendere l’esito delle consultazioni e l’evolversi della situazione.

Se non sarà possibile finire i campionati, come si qualificheranno le squadre per le prossime competizioni europee per club?

R: è troppo presto per rispondere a questa domanda. L’obiettivo è fare in modo che tutte le competizioni nazionali per club si concludano normalmente.

Come farà la UEFA a ridurre le conseguenze economiche delle sue decisioni sui club e sulle federazioni nazionali?

R: la UEFA si impegnerà a ridurre al minimo le conseguenze sulle cinquantacinque federazioni affiliate, molte delle quali contano sui fondi di EURO per realizzare importanti progetti dedicati al calcio di base. Le partite già posticipate saranno riprogrammate e si compierà ogni sforzo possibile per garantire che i campionati europei vengano organizzati nel 2021 nelle condizioni inizialmente previste. Posticipando EURO 2020, si hanno maggiori possibilità di concludere le competizioni per club europee e nazionali, riducendo così le conseguenze finanziarie.

Che cosa accadrà alle altre competizioni UEFA per club e per nazionali maschili e femminili?

R: tutte le competizioni sono rinviate a data da destinarsi. La UEFA cercherà una soluzione per ogni competizione appena si riprenderà a giocare.

[Fonte: uefa.com]