Il Tottenham taglia gli stipendi, ma non per i calciatori

0

Il Tottenham va controcorrente. Mentre altri club, come la Juventus, hanno deciso di ridurre gli stipendi dei giocatori gli Spurs hanno tagliato i salari del resto del personale, che non include la rosa. Una scelta piuttosto discutibile da parte del club londinese.

Questo il messaggio di Daniel Levy, presidente del Tottenham: “Le operazioni del club al momento sono bloccate, nonostante ci sia un costo annuale che procede di centinaia di milioni di sterline. Abbiamo visto alcuni dei principali club al mondo, come Barcellona, Bayern Monaco e Juventus, ridurre i propri stipendi. Ieri abbiamo preso la difficile decisione, in modo da proteggere il lavoro, di tagliare del 20% i salari di tutti i cinquecentocinquanta impiegati non giocatori per aprile e maggio, utilizzando dove possibile lo schema proposto dal Governo. Questa situazione continuerà a essere oggetto di review. Speriamo che le discussioni fra Premier League, PFA e LMA permetteranno di aiutare il sistema calcio. Sono certo che usciremo da questa crisi, ma ci vorrà un po’ di tempo per tornare alla vita normale. Auguro a tutti di stare bene, di tornare alla normalità in tempi rapidi e di poter rivedere il Tottenham giocare davanti ai nostri tifosi”.

[Fonte: tottenhamhotspur.com]

[Immagine presa da footballfancast.com]