Il Tottenham batte 2-0 l’Arsenal e tiene aperta la Premier League

0

Il Tottenham tiene nuovamente il passo del Chelsea e resta a -4 dalla vetta della classifica di Premier League, 2-0 nel derby all’Arsenal che si allontana sempre più dalla Champions League.

L’ultimo North London Derby nella storia di White Hart Lane finisce dritto negli annali del Tottenham. Gli Spurs si impongono 2-0 nella sfida conclusiva contro l’Arsenal nel loro impianto storico, che lasceranno a fine stagione per andare un anno a Wembley prima di inaugurare il nuovo stadio, in fase di costruzione accanto a quello attuale. Dopo la vittoria per 0-3 nel pomeriggio del Chelsea in casa dell’Everton alla squadra di Mauricio Pochettino serviva vincere per non abdicare nella lotta per il titolo e così è successo, al termine di un match giocato molto meglio degli avversari, che ora finiranno sicuramente sotto in classifica come non accadeva dalla stagione 1994-1995.

Due occasioni colossali per il Tottenham a metà tempo, al 23′ Kane serve Alli che ostacolato da Oxlade-Chamberlain manda a lato a porta vuota, al 25′ Son va via sulla sinistra e dà sul secondo palo un pallone solo da spingere dentro a Christian Eriksen, che incredibilmente manda sulla traversa. È dopo l’intervallo che gli Spurs fanno propri i tre punti, con un uno-due nel giro di centoquarantasei secondi: al 55′ Dele Alli serve Eriksen in area che va via bene in dribbling e trova la prima respinta di Čech, ma il portiere ceco non può evitare la ribattuta di Alli nonostante la tentata opposizione di Oxlade-Chamberlain. Si riprende a giocare, Wanyama pesca Harry Kane sulla sinistra e l’attaccante va giù a contatto con Gabriel Paulista, pur allargando la gamba in maniera sospetta, per l’arbitro Michael Oliver è rigore e lo stesso centravanti trasforma. Da lì in poi si gioca a senso unico, con Čech che salva un passivo peggiore su Vertonghen e Alderweireld. In classifica di Premier League Chelsea 81 e Tottenham 77 con quattro gare ancora da disputare, Arsenal invece a -6 dal quarto posto dopo il pari del Manchester City in casa del Middlesbrough (2-2), pur avendo una gara in meno dei Citizens con il Sunderland già retrocesso, sarà complesso per la squadra di Arsène Wenger andare in Champions League.

[Immagine presa da premierleague.com]