Sporting CP nel caos: quattro giocatori presentano la rescissione

0

Lo Sporting CP è in uno dei momenti più cupi della sua storia: poche ore fa altri quattro giocatori hanno richiesto la rescissione del contratto, a seguito di due mesi di problemi societari e litigi più o meno pubblici con il presidente Bruno de Carvalho.

William Carvalho, Bruno Fernandes, Gelson Martins e Bas Dost, oltre a Rui Patrício e Daniel Podence. Questi sei giocatori hanno richiesto la rescissione del contratto per giusta causa con lo Sporting CP, al termine di una vertenza iniziata ad aprile. Dopo la sconfitta per 2-0 contro l’Atlético Madrid nell’andata delle semifinali di Europa League il presidente Bruno de Carvalho aveva messo fuori squadra gran parte dei giocatori, lamentando uno scarso impiego nel match, salvo poi fare retromarcia dopo un incontro con la squadra avvenuto il 7 aprile, all’indomani dello scoppio della crisi. La situazione è però precipitata il 15 aprile, quando un gruppo di una cinquantina di pseudo-tifosi si è presentato nel centro sportivo di Alcochete e ha attaccato giocatori e staff medico, con Dost che aveva avuto le conseguenze peggiori.

Da lì è iniziata una lotta senza precedenti fra la rosa e il presidente Bruno de Carvalho, che ha più volte criticato il loro comportamento parlando di ricatti, minacce e calunnie: questo ha portato alla richiesta da parte dei giocatori di rescindere il contratto, con delle motivazioni che il numero uno del club di Lisbona ritiene inaccettabili ma che evidentemente, secondo i sei calciatori, sono gravi da richiedere lo svincolo immediato. La questione andrà avanti per diverso tempo ed è inevitabile che si arrivi alle vie legali, ma nel frattempo uno dei tre principali club del campionato portoghese è in crisi nerissima e rischia di vedere gran parte del suo patrimonio andare via a parametro zero (diventando così un’occasione di mercato per chiunque): una via d’uscita per salvarsi sarebbe sfiduciare Bruno de Carvalho, che non ha escluso la possibilità di dimettersi dal suo ruolo all’interno dello Sporting CP nel caso in cui vengano ritirate le richieste. Nel frattempo l’allenatore Jorge Jesus ha salutato tutti e firmato per l’Al-Hilal, in Arabia Saudita.

[Immagine presa da sporting.pt]