La Scozia ferma il calcio (tranne la Scottish Premier League), ma è caos

0

In Scozia il calcio “minore” si ferma: tutti i campionati sotto la Scottish Premier League sono stati terminati anzitempo. È però caos sul voto: la prima deadline (vedi articolo) non aveva ricevuto tutti i voti, quindi le società che lo hanno fatto successivamente sapevano che avrebbero influenzato l’esito. Per questo motivo, soprattutto da parte dei Rangers, sono in corso forti proteste.

“La SPFL ha annunciato che la risoluzione per terminare in anticipo la stagione 2019-2020 in Championship, League 1 e League 2 è passata con l’81% dei voti a favore. Il Dundee United è campione del Championship, i Raith Rovers della League 1 e i Cove Rangers della League 2. Tutte queste squadre sono promosse nel torneo superiore.

Il board della SPFL ha anche avviato una consulta per ristrutturare le leghe in vista della stagione 2020-2021. C’è un modello di espansione della Scottish Premier League, con una task force costruita per l’occasione. La risoluzione ha dato l’autorità per prendere una decisione sulla parte rimanente della stagione di Scottish Premier League, saranno consultati i club prima di prendere la scelta”.

[Fonte: spfl.co.uk]