Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus

Grossa sorpresa nei quarti dei Giochi olimpici: passa l’Honduras, eliminata la Corea del Sud. Avanti anche la Nigeria contro la Danimarca, poi nel primo big match la Germania surclassa il Portogallo e nella gara più attesa il Brasile ne fa due alla Colombia.

 

PORTOGALLO – GERMANIA 0-4 45′ +1′ Gnabry, 57′ Ginter, 75′ Selke, 87′ Max: la Germania fa la voce grossa ed elimina con un punteggio roboante il Portogallo, che non potrà quindi bissare il successo ottenuto dalla nazionale maggiore agli Europei. La goleada tedesca si apre allo scadere del primo tempo, appena iniziato l’unico minuto di recupero Serge Gnabry riceve palla dentro l’area sulla sinistra su assist di Brandt e con un diagonale batte Varela, poi raddoppia Ginter di testa su calcio d’angolo al 57′. Nell’ultimo quarto d’ora diventa un trionfo per la Germania, in ripartenza Selke fa 0-3 togliendo al Portogallo ogni residua speranza di rimonta e nel finale Philipp Max duetta con Brandt per firmare il poker.

NIGERIA – DANIMARCA 2-0 15′ Obi Mikel, 59′ A. Umar: la Nigeria prova a ripetere l’impresa del 1996, mancano ancora due partite ma la speranza di seguire le orme di Nwankwo Kanu e soci prosegue. Danimarca liquidata con un gol per tempo, al quarto d’ora una palla persa sulla propria trequarti dai danesi innesca l’azione africana con assist da sinistra di Ezekiel per il piatto vincente di John Obi Mikel, non proprio un habitué del gol, passa praticamente un tempo e arriva il definitivo raddoppio, con Aminu Umar che anticipa di testa l’uscita del portiere danese su corner battuto da sinistra.

COREA DEL SUD – HONDURAS 0-1 60′ Elis: prosegue la grande cavalcata dell’Honduras, che dopo aver eliminato una delle grandi favorite (l’Argentina) si prende anche lo scalpo della Corea del Sud, giustiziere del Messico campione in carica. All’ora di gioco gli honduregni fanno proprio il match con un contropiede da manuale, Quioto si fa quasi tutto il campo di corsa e serve sulla destra Alberth Elis che in diagonale trafigge il portiere coreano e dà al suo paese la possibilità di concorrere per una medaglia.

BRASILE – COLOMBIA 2-0 12′ Neymar, 83′ Luan: come ai Mondiali casalinghi del 2014 il Brasile batte la Colombia ai quarti e accede alle semifinali. Cafeteros a un passo dal vantaggio in avvio, il portiere Weverton aspetta troppo per rinviare e quando lo fa Harold Preciado contrasta il suo rilancio ma per sua fortuna la palla non termina in porta, poco dopo il gol arriva seppur nella porta opposta con una punizione di Neymar che passa attraverso un orribile buco lasciato dalla barriera colombiana. La partita prosegue fra qualche colpo proibito di troppo e un rigore chiesto dalla Seleção per tocco di mano di Deivy Balanta giudicato involontario dall’arbitro  Çakir, finché all’83’ Luan chiude il discorso qualificazione in anticipo con un tiro da fuori che scavalca Bonilla.

SEMIFINALI

Brasile – Honduras mercoledì 17 agosto ore 18.00 (Maracanã, Rio de Janeiro)
Nigeria – Germania mercoledì 17 agosto ore 21.00 (Arena Corinthians, São Paulo)

[Immagine presa da sports.yahoo.com]