Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus
Germania Under-21

La Germania batte 6-5 ai rigori l’Inghilterra a Tychy ed è la prima finalista degli Europei Under-21. Nei tempi regolamentari e supplementari il punteggio è stato 2-2, poi ci ha pensato Julian Pollersbeck a parare la battuta di Nathan Redmond.

1996, again. La Germania batte l’Inghilterra ai rigori di una semifinale degli Europei, com’era avvenuto ventuno anni fa proprio con Stefan Kuntz protagonista (e pure ai Mondiali di Italia ’90). Il commissario tecnico tedesco quel giorno a Wembley aveva segnato l’1-1 e trasformato uno dei rigori nella serie finale, stavolta è “rimasto” in panchina e ha visto i suoi ripetersi contro gli inglesi, ancora una volta capitolati dal dischetto. Partita molto divertente a Tychy, con capovolgimenti di fronte ripetuti che hanno portato a diversi ribaltamenti del risultato: l’Inghilterra è partita benissimo ma la Germania ha colpito per prima, poi gli Young Lions sono riusciti a portarsi sul 2-1 salvo subire il pari di Felix Platte, subentrato da record (sette minuti per segnare al suo esordio, e ne avrebbe fatto anche un altro annullato per fuorigioco millimetrico). Agli inglesi non è bastato un sontuoso James Ward-Prowse, migliore in campo in assoluto, perché alla fine l’eroe è diventato Julian Pollersbeck che ha parato l’ultimo rigore a Nathan Redmond: l’Amburgo l’ha comprato qualche giorno fa dal Kaiserslautern, con un tempismo niente male visto che altrimenti dopo oggi il suo valore si sarebbe alzato.

PRIMO TEMPO

Inghilterra molto propositiva in avvio, al 4′ Hughes crossa dal fondo sulla destra e Jung, schierato all’ultimo momento dopo che nella distinta era stato annunciato Stark, evita il facile tap-in di Abraham da dentro l’area piccola. Al 6′ corner di Ward-Prowse e testa di Chalobah che manda alto, poi ottima verticalizzazione di Hughes a liberare Gray stoppato la prima volta da Toljan in scivolata e la seconda da Pollersbeck a mano aperta, mentre Jung salva su Hughes rischiando il rigore. Abraham si divora il vantaggio al 18′ colpendo di testa solissimo su punizione dell’ottimo Ward-Prowse ma senza indirizzare e Pollersbeck respinge con Mawson che manda a lato, lo stesso più o meno fa nell’altra area Selke su assist di Philipp al 21′. Dopo venti minuti di pesantissima sofferenza la Germania inizia a venire fuori bene, al 32′ Toljan rientra sul sinistro e impegna Pollersbeck con una conclusione anche deviata, mentre tre minuti dopo va sul fondo per crossare e pesca Davie Selke che di testa, dopo essere inizialmente scivolato, mette in rete. Il vantaggio tedesco però non dura molto, al 41′ corner da destra che Mawson per due volte non riesce a indirizzare verso la rete, ma il rimpallo favorisce Demarai Gray che di sinistro pareggia.

SECONDO TEMPO

L’Inghilterra completa la rimonta al 50′: errore di Gnabry (pessima partita la sua) in disimpegno, Hughes recupera e crossa sul primo palo dove Tammy Abraham anticipa Jung e porta avanti la squadra di Boothroyd, facendosi perdonare per l’errore del primo tempo. Al 57′ la Germania sfiora il pareggio con un cross dalla sinistra solo sfiorato da Meyer che Toljan, calcolando male la traiettoria, non riesce a indirizzare verso la porta. La partita subisce un periodo di interruzioni per gli infortuni di Selke e Chalobah, entrambi sostituiti, al posto del centravanti tedesco entra il debuttante assoluto Felix Platte (prima presenza in Under-21) che al 70′ stacca benissimo di testa su corner guadagnato da Haberer e pareggia con una gran torsione sul primo palo. 2-2 e tutto da rifare per gli inglesi che hanno alcuni minuti di sbandamento, fra il 73′ e il 74′ ben tre occasioni fallite dalla Germania per il nuovo vantaggio: Haberer serve Philipp che in diagonale di destro manda a lato, Baker sbaglia pressato da Philipp e sul cross sul secondo palo Gnabry solissimo si fa stoppare di piede da Pickford, Philipp da fuori impegna ancora il nuovo portiere dell’Everton, ancora una volta positivo. All’83’, poco prima di uscire per Amiri, Gnabry prova a riscattare la sua prova opaca con un destro che va molto vicino al palo alla destra di Pickford, fa giocata simile poco più tardi Redmond ma senza gloria. Cinque minuti di recupero non cambiano la situazione, si va ai tempi supplementari.

TEMPI SUPPLEMENTARI

Germania che schiaccia all’indietro un’Inghilterra in difficoltà a livello fisico. La prima vera conclusione tedesca arriva nel finale del primo tempo, quando sugli sviluppi di un corner Gerhardt spara in porta, ma Pickford è attento e bravo a respingere. Nella ripresa gli inglesi sono più intraprendenti, ma l’occasione per vincere la partita arriva al 114′ per gli uomini di Kuntz: Toljan supera con un tunnel Chilwell e crossa rasoterra sul secondo palo per Amiri che, tutto solo ed a porta vuota, manca l’impatto con il pallone.

RIGORI

Arnold e Baker trasformano nella prima serie, mentre nella seconda Gerhardt e Abraham tirano entrambi male rasoterra alla propria sinistra consentendo la parata ai portieri avversari. Si torna a segnare entrambi nella terza e quarta serie, con menzione speciale per la battuta sotto l’incrocio di Ward-Prowse, ma al nono tiro rompe definitivamente la parità Nadiem Amiri, pur rischiando, perché sull’ultima battuta Pollersbeck respinge la battuta di Nathan Redmond.

Germania in finale quindi, con l’Inghilterra che vede sfumare la possibilità di bissare il titolo conquistato a inizio mese dall’Under-20. Fra poco il fischio d’inizio di Spagna-Italia.

IL TABELLINO

Inghilterra (4-4-2): Pickford; Holgate (106′ Iorfa), Chambers, Mawson, Chilwell; Ward-Prowse, Chalobah (66′ Murphy), Hughes (86′ Swift), Gray (73′ Redmond); Baker, Abraham. Commissario tecnico: Boothroyd
Germania (4-1-4-1): Pollersbeck; Toljan, Jung (80′ Kehrer), Kempf, Gerhardt; Haberer (102′ Kohr); Philipp, Arnold, Meyer, Gnabry (87′ Amiri); Selke (63′ Platte). Commissario tecnico: Kuntz
Arbitro: Gediminas Mažeika della federazione lituana (Šimkus – Kazlauskas; Obukowicz; Rumšas – Valikonis)
Reti: 35′ Selke (G), 41′ Gray, 50′ Abraham, 70′ Platte (G)
Ammoniti: Hughes, Chilwell, Holgate (I), Selke, Gnabry, Kempf, Arnold (G)
Sequenza rigori: Arnold (G) gol, Baker (I) gol, Gerhardt (G) parato, Abraham (I) parato, Philipp (G) gol, Chilwell (I) gol, Meyer (G) gol, Ward-Prowse (I) gol, Amiri (G) gol, Redmond (I) parato

[Immagine presa da twitter.com]