Premier League, ulteriore posticipo della ripresa. Volontà di finire i tornei

0

La Premier League e la FA Cup sono sospese almeno fino al 30 aprile, così come tutte le competizioni professionistiche inglesi. Questa la decisione della Football Association, che però ha modificato il suo regolamento per assicurarsi di poter concludere la stagione anche oltre i termini standard.

“La Premier League, l’EFL e la divisione calcio femminile, assieme a PFA e LMA, capiscono il momento senza precedenti. Il nostro pensiero è per tutte le persone affette dal Coronavirus.

Siamo uniti per trovare modalità per riprendere la stagione 2019-2020, e assicurare che tutte le competizioni nazionali e internazionali, di coppe e campionati, siano giocate appena sarà sicuro e possibile farlo.

Abbiamo supportato l’UEFA nel posticipare gli Europei, in modo da creare lo spazio nel calendario per assicurare che le competizioni nazionali ed europee abbiano una maggiore possibilità di essere giocate, mantenendo così l’integrità di ciascun torneo.

Il regolamento della FA dice che la stagione deve terminare non oltre l’1 giugno e che ogni competizione, nei termini stabiliti dalla Football Association, deve determinare la lunghezza del tempo di disputa di una stagione.

Tuttavia, il board della FA ha acconsentito a estendere senza limiti questo limite per tutta la stagione 2019-2020, in relazione al calcio professionistico.

In aggiunta, abbiamo stabilito che tutte le gare fra professionisti in Inghilterra siano posticipate fino a non prima del 30 aprile.

Il progresso del Coronavirus resta incerto e possiamo rassicurare tutti che lo stato di salute di giocatori, staff e tifosi è la nostra priorità. Continuiamo a seguire gli avvisi governativi e a lavorare in collaborazione per tenere la situazione sotto controllo ed esplorare tutte le opzioni disponibili per riprendere la stagione, quando le condizioni lo permetteranno.

Vogliamo sottolineare di nuovo che il nostro pensiero è per tutte le persone affette dal Coronavirus”.

[Fonte: premierleague.com]