Il Portogallo non sbaglia all’esordio, 2-0 alla Serbia

0

Nella prima giornata del Gruppo B degli Europei under-21 non sbaglia il Portogallo, che batte la Serbia per 2-0 grazie alle reti firmate da Gonçalo Guedes e dal sampdoriano Bruno Fernandes.

Rui Jorge sceglie il 4-3-3 con Podence al centro dell’attacco con Jota e Guedes esterni, a centrocampo João Carvalho viene preferito a Sanches per affiancare Neves e Fernandes. Lalatović conferma il 4-2-3-1 preventivato con Gačinović, Čavrić e Živković a supporto dell’unica punta Djurdjević, in mediana Grujić è al fianco di Maksimović, mentre in difesa Veljković fa coppia con Jovanović.

PRIMO TEMPO

Inizio di partita subito positivo per il Portogallo che sfiora il vantaggio al 5′: punizione laterale battuta verso il centro dell’area, spizzata di Guedes sul secondo palo dove arriva Neves con il mancino, ma il palo gli dice di no. I portoghesi continuano a giocare ad alto ritmo, cercando di far valere anche le loro qualità tecniche migliori, con combinazioni rapide nello stretto. Con il passare dei minuti cresce anche la Serbia, che concede meno ed inizia a farsi vedere in avanti, puntando sulla qualità dei suoi trequartisti. Al 27′ grandissimo filtrante rasoterra di Živković per il taglio in mezzo all’area di Djurdjević che, però, calcia a lato di fronte a Varela. Gli uomini di Rui Jorge trovano il vantaggio dieci minuti più tardi: pallone in profondità per Podence che arriva sul fondo e crossa in mezzo, brutta smanacciata di Milinković-Savić che serve involontariamente Gonçalo Guedes che, da due passi, infila di testa in rete.

SECONDO TEMPO

Il primo tiro della ripresa è della Serbia, con Grujić che ci prova da quasi trenta metri con un destro che Varela non ha difficoltà a bloccare a terra. Gli uomini di Lalatović continuano a premere in questo inizio ripresa, al 58′ gran cross di Živković per lo stacco di Grujić in mezzo all’area, ma il giocatore del Liverpool mette clamorosamente a lato di testa da ottima posizione. Il Portogallo continua però a rimanere molto quadrato in fase difensiva, concedendo molto poco agli avversari. Al 75′ i serbi sono pericolosissimi su corner: spizzata verso il secondo palo dove arriva in corsa Radonjić che trova soltanto la potenza dal limite dell’area piccola e manda alto. Gli uomini di Rui Jorge cercano di far calare i ritmi, non affondando, ma cercando di fare possesso palla. All’86’ clamorosa occasione per chiudere la partita: Medeiros dribbla il diretto avversario e, tutto solo di fronte al portiere, apre troppo il piatto e tira a lato. Due minuti più tardi arriva la rete: strepitoso assist di Renato Sanches per l’inserimento di Bruno Fernandes che controlla con la coscia e poi supera Milinković-Savić con un destro preciso. Il Portogallo inizia così bene il proprio Europeo e si mette in una posizione di forza per qualificarsi alle semifinali.

IL TABELLINO

Portogallo (4-3-3): Varela; Cancelo, Semedo, Ié, Rodrigues; J. Carvalho (59′ Sanches), R. Neves, B. Fernandes; Jota (46′ Bruma), Podence (68′ Medeiros), G. Guedes.
Serbia (4-2-3-1): Milinković-Savić; Gajić, Jovanović, Veljković, Antonov; Grujić (68′ Radonjić), Maksimović; Živković, Gačinović, Čavrić (46′ Plavšić); Djurdjević (74′ Ožegović).
Arbitro: Benoît Bastien (FRA)
Ammoniti: Semedo, Bruma, Fernandes (P); Grujić, Gačinović, Antonov (S)
Reti: 37′ Guedes, 88′ Fernandes (P)

[Immagine presa da uefa.com]