Perù immenso! Demolisce il Cile con un tris, è finale di Copa América

0

Brasile-Perù sarà a sorpresa la finale di Copa América: all’Arena do Grêmio di Porto Alegre collassa il Cile due volte campione in carica, distrutto con un inequivocabile 0-3 dalla squadra di Ricardo Gareca.

Dopo la sconfitta contro il Brasile per 0-5 la Copa América del Perù sembrava finita, anche per via di una differenza reti negativa, invece i risultati dei gironi successivi hanno promosso la Blanquirroja come migliore terza e ora avrà una chance per vendicarsi: è incredibilmente in finale, dopo essersi preso lo scalpo del Cile due volte campione in carica. Ai quarti aveva fatto fuori l’Uruguay ai rigori con molta fortuna, stavolta invece è solo bravura nel superare la Roja, abbattuta fin dal primo tempo. Un’occasione per parte in avvio, con illusione del gol da parte di Aránguiz al 7′, ma al 21′ è tutto vero quando su cross da destra Carrillo prolunga sul secondo palo dove Edison Flores, già decisivo sabato sera ai rigori, incrocia lo 0-1. Al 38′ lancio sulla destra ancora per Carrillo, Gabriel Arias esce a caso e resta fuori dall’area (e dal campo), il cross pesca Yoshimar Yotún al limite dell’area che controlla e calcia incredibilmente senza trovare opposizione con la porta ancora vuota, e il raddoppio è cosa fatta. Edu Vargas colpisce il palo spizzando di testa a inizio ripresa, ma il Perù ha una grande chance per fare tris in contropiede sprecata da Yotún che calcia altissimo. Solo negli ultimi venti minuti il Cile prova il tutto per tutto, ma si ferma ad alcune grandi parate di Pedro Gallese e al 91′ prende pure il terzo: palla dentro per José Paolo Guerrero che salta Arias e deposita facilmente in rete. C’è tempo per un rigore dato dal VAR al 95′, fallo su Aránguiz, ma Edu Vargas azzarda il cucchiaio e Gallese lo umilia parandolo: domenica sera al Maracanã sarà Brasile-Perù, sabato alle 21 invece l’ennesimo Argentina-Cile varrà solo per entrare sul podio e con ben poco di consolatorio.

[Immagine presa da twitter.com]