Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus
Senegal

Sorprende ancora il Gruppo H con il Senegal che ha battuto la più quotata Polonia in questa prima giornata. Ottima la prestazione degli africani che hanno concesso pochissimo per tutto il match e sono stati cinici nell’approfittare degli errori in difesa dei polacchi, soprattutto per il raddoppio firmato da Niang.

Nawałka sorprende e punta sull’attacco pesante con Milik al fianco di Lewandowski, a centorcampo c’è Zieliński con Krychowiak, mentre dietro Cionek fa coppia con Pazdan. Cissé sceglie Niang per completare il tridente con Mané e Sarr alle spalle di Diouf, in mediana spazio per Ndiaye e Gueye, invece in difesa Sané è insieme a Koulibaly.

PRIMO TEMPO

Prima frazione di gioco piuttosto equilibrata e senza grossi sussulti, con la Polonia che cerca maggiormente la via del possesso palla ed il Senegal che ci prova in ripartenza. Il problema degli europei è la lentezza con cui riescono ad arrivare negli ultimi trenta metri ed in più si aggiunge anche la difficoltà di sfondare centralmente. Gli uomini di Cissé, invece, riescono a muoversi bene negli spazi, come al 18′, quando Sabay ruba palla in difesa e spacca a metà le linee polacche, suggerimento in profondità per Niang che cerca il diagonale, ma la sua conclusione termina abbondantemente fuori. Il vantaggio del Senegal arriva al 38′ con un’azione da sinistra a destra che libera al tiro dal limite Gueye, la conclusione terminerebbe fuori, ma Thiago Cionek la devia, mettendo fuori causa Szczęsny e firmando così un autogol.

SECONDO TEMPO

Nawałka passa alla difesa a tre ad inizio ripresa con l’inserimento di Bednarek al posto di Błaszczykowski. Il nuovo modulo sembra funzionare con la Polonia che trova meglio le distanze in campo ed al 51′ Lewandowski può tirare una punizione da ottima posizione, ma Ndiaye vola in tuffo e respinge il tiro. Cinque minuti più tardi bell’azione di Rybus a sinistra che crossa sul secondo palo per l’inserimento di Piszczek, ma il terzino del Borussia Dortmund colpisce malissimo e manda fuori. Allo scoccare dell’ora di gioco si spacca di nuovo la partita: Krychowiak fa un retropassaggio difficile da spiegare, Bednarek lascia scorrere e non si capisce con Szczęsny, ne approfitta M’Baye Niang che intercetta il pallone, salta il portiere della Juventus e poi deposita a porta vuota il raddoppio. I polacchi accusano il colpo e l’unica reazione è un cross di Piszczek sul primo palo per Milik che gira con l’esterno, ma il suo tiro termina di poco a lato rispetto al palo. Il Senegal avrebbe addirittura l’occasione per il tris all’81’ con Szczęsny impreciso in uscita, ma l’estremo difensore riesce poi a salvarsi sulla conclusione ravvicinata di Ndoye. La partita sembra ormai decisa, ma all’86’ si riapre a sorpresa su una punizione dalla trequarti che trova tutto solo sul secondo palo Grzegorz Krychowiak (il peggiore dei suoi fino a quel momento) che incorna alle spalle di Ndiaye. Gli ultimi sono di resistenza per il Senegal che non concede altre occasioni e così vince all’esordio in questi Mondiali come nel 2002 contro la Francia, salendo in testa al Gruppo H insieme al Giappone.

IL TABELLINO

Polonia (4-4-2): Szczęsny; Piszczek (83′ Bereszyński), Cionek, Pazdan, Rybus; Błaszczykowski (46′ Bednarek), Krychowiak, Zieliński, Grosicki; Lewandowski, Milik (73′ Kownacki).
Senegal (4-2-3-1): K. Ndiaye; Wague, Sané, Koulibaly, Sabay; A. Ndiaye (87′ Kouyaté), Gueye; Sarr, Niang (75′ Konaté), Mané; Diouf (62′ Ndoye).
Arbitro: Nawaf Shukralla (BHR)
Ammoniti: Krychowiak (P); Gueye, Sané (S)
Reti: 86′ Krychowiak (P); 38′ aut. Cionek, 60′ Niang (S)

[Immagine presa da twitter.com]