Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus

Dopo la straripante vittoria dell'Olanda sulla Spagna, anche il Cile vince e convince contro l'Australia: 3-1 il finale con El Niño Maravilla Sánchez assoluto protagonista.

 

All'Arena Pantanal di Cuiabá il Cile, molto meno facilmente di quanto dica il punteggio, batte l'Australia e vola in vetta al Gruppo B di questo Mondiale. Le reti di Sánchez, di Valdívia e di Beausejour nel finale, con il momentaneo 2-1 di Cahill, spaventano così la Spagna che si trova già costretta a inseguire e a giocarsi tutto nella prossima sfida, proprio contro i Sud-Americani, in una sfida Roja contro Roja che si annuncia di fuoco. L'Australia ci ha provato, ha giocato tutt'altro che male e ha evidenziato una buona organizzazione, soprattutto dal centrocampo in su. E poi davanti ha un eterno Cahill, che all'età di quasi 35 anni si è reinventato centravanti e sui palloni alti non l'ha mai fatta prendere ai centrali del Cile. Ma non è bastato per superare questo Cile che, aldilà della bravura di Sampaoli, sembra una squadra che viva molto sulle giocate dei singoli: con Vidal in campo solo un ora e stringendo i denti per l'infortunio al ginocchio da cui ancora non ha pienamente recuperato, questa volta è Sánchez a prendere in mano la squadra con un goal, un assist e un primo tempo di onnipotenza pura.
Nota finale: altro arbitraggio in questo Mondiale che lascia non poco a desiderare. Qui non ci sono stati episodi particolarmente eclatanti, ma nei piccoli episodi la terna ivoriana si è dimostrata sempre poco attenta, con alcune decisioni discutibili e altre proprio sbagliate, da una parte e dall'altra.

PRIMO TEMPO
Il CT del Cile Sampaoli recupera Vidal in extremis e lo schiera dal primo minuto nonostante non sia in perfette condizioni; schiera una sorta di 4-3-1-2, con Isla e Mena terzini a tutta fascia, Díaz in cabina di regia, Valdívia a inventare e Sánchez e Turboman Edu Vargas di punta. L'Australia invece va in campo con un mascheratissimo 4-2-3-1: Bresciano, che tutti in Italia ci ricordiamo come esterno alto, fa il trequartista mentre l'ex centrocampista Cahill segue l'ordine inverso delle cose e gioca come unica punta dei Socceroos.Tempo neanche un quarto d'ora e il Cile già sotterra l'Australia. Al 12° Aránguiz lavora un pallone sulla destra, crossa in area, carambola tra teste e palla sui piedi di Alexis Sánchez che da pochi passi batte Ryan. Due minuti dopo Isla serve ancora Sánchez che batte tutti in velocità, serve Valdívia al limite dell'area che con un colpo di fino mette la palla sotto la traversa e lancia il Cile già in orbita. L'Australia ha comunque il merito di non crollare psicologicamente, rimane viva e la partita si tiene divertente e su buoni ritmi. Così al 35° Franjic recupera un buon pallone sulla tre-quarti, crossa in mezzo e Cahill riesce a svettare tra i due centrali cileni battendo Claudio Bravo e accorciando le distanze per l'Australia.

SECONDO TEMPO
Nel primo tempo tre goal ma poche altre occasioni, nel secondo invece la partita è molto più divertente. Il Cile ha un ottimo palleggio ma l'Australia riparte bene in contropiede e soprattutto Cahill di testa in mezzo all'area le prende tutte. Dopo due minuti colpisce male, sbilanciato anche da una trattenuta sospetta di Jara, ma al 54° fa centro su perfetto cross di Leckie ma il guardalinee alza la bandierina per un fuorigioco millimetrico ma giusto. Pochi minuti dopo cross di Oar da sinistra, la difesa collassa su Cahill lasciando libero Bresciano che calcia al volo ma Claudio Bravo gli chiude lo specchio, sia sul tiro che sulla respinta. Altra, ennesima incornata di Cahill su a venti dalla fine ma la palla finisce alta. Negli ultimi minuti i due neo-entrati del Cile chiudono la partita: è il 92° quando Pinilla scaglia un gran tiro addosso a Ryan ma arriva Beausejour sulla respinta e calcia un gran diagonale all'angolino che fissa il finale sul 3-1.

IL TABELLINO
CILE (4-3-1-2)
: Bravo – Isla Medel Jara Mena – Aránguiz Díaz Vidal (Gutiérrez 59°) – Valdívia (Beausejour 68°) – Sánchez Vargas (Pinilla 88°). All. Sampaoli.
AUSTRALIA (4-2-3-1): Ryan – Franjic (McGowan 49°) Wilkinson Spiranovic Davidson – Jedinak Milligan – Oar (Halloran 68°) Bresciano (Troisi 78°) Leckie – Cahill. All. Postecoglou.

ARBITRO: Doue (CIV)

AMMONITI: Cahill 44° (A), Jedinak 58° (A), Milligan 67° (A), Aránguiz 86° (C)

GOAL: Sánchez 12° (C), Valdívia 14° (C), Cahill 35° (A), Beausejour 92° (C).

[Immagine da www.fifa.com]