Hazard e Lukaku abbattono la Tunisia, il Belgio vince 5-2

0

Non sbaglia il Belgio che rispetta i pronostici e, dopo aver battuto Panama, ha avuto la meglio anche sulla Tunisia con un netto 5-2. Partenza sprint dei Diables Rouges che hanno trovato due reti nel primo quarto d’ora, ma poi hanno permesso ai tunisini di tornare in partita con la rete di Bronn. Nel finale della prima frazione poi è arrivato il secondo gol personale in questo match di Lukaku (capocannoniere con Cristiano Ronaldo) che ha aperto la strada per la doppietta anche di Hazard e la rete finale di Batshuayi.

Martínez conferma gli stessi undici che hanno battuto Panama con Mertens ed Hazard a supporto di Lukaku in avanti, sulle fasce ci sono Meunier e Carrasco, mentre in difesa tocca a Boyata. Maâloul punta sul 4-3-3 con Skhiri a dettare i tempi alla squadra in mezzo al campo con Khaoui e Sassi mezzali, nel reparto avanzato c’è Khazri, invece dietro Bronn è il terzino destro.

PRIMO TEMPO

L’inizio del Belgio è ad alto ritmo e la Tunisia viene subito sorpresa al 5′, quando Ben Youssef abbatte Hazard, Marrufo non ha dubbi ed assegna il calcio di rigore. Dagli undici metri si presenta lo stesso Eden Hazard che non sbaglia contro un Ben Mustapha immobile e firma così l’1-0. Il problema dei nord-africani è il troppo spazio tra centrocampo e difesa che permette ai fantasisti belgi di ricevere e puntare l’ultima linea con la reazione degli uomini di Maâloul non arriva. Anzi, i tunisini sono in balia degli avversari che, infatti, appena dopo il quarto d’ora trovano anche il raddoppio con Romelu Lukaku, ispirato benissimo da Mertens, che batte Ben Mustapha con un diagonale. Il Belgio cala però troppo la pressione appena trovato il raddoppio e si fa sorprendere due minuti più, permettendo alla Tunisia di tornare in partita. Su un calcio di punizione dalla trequarti Khazri trova in area Dylan Bronn che anticipa tutti e di testa non lascia scampo a Courtois. La partita diventa molto divertente con entrambe le squadre che si rendono pericolose a più riprese, con Alderweireld e Witsel che non trovano la porta e la risposta sull’altro lato del campo di Sassi che calcia fuori da ottima posizione e di Khazri che costringe alla parata in due tempi Courtois con un tiro da trenta metri. Nei minuti di recupero però i Diables Rouges prima sfiorano la rete con Lukaku che arriva di un soffio in ritardo sul possibile tap-in dopo l’assist di De Bruyne, poi però Meunier trova il filtrante per smarcare di nuovo Romelu Lukaku che con lo scavetto supera Ben Mustapha in uscita per il suo quarto gol in questo Mondiale.

SECONDO TEMPO

La Tunisia prova ad aggredire all’inizio della ripresa, ma finisce inevitabilmente per lasciare più spazi in fase difensiva. Così al 51′ Alderweireld lancia lungo, trovando la difesa avversaria piazzata malissimo a partire da Benalouane, per Eden Hazard che salta Ben Mustapha in uscita e poi deposita in rete la doppietta personale. La partita finisce praticamente qua per gli uomini di Maâloul che rischiano di crollare al 61′ quando un tiro a giro di Carrasco al limite dell’area esce di un soffio. L’unico sussulto in avanti degli africani porta la firma di Badri che si libera bene al limite dell’area e poi cerca il diagonale, ma Courtois è attento e blocca a terra. Il quarto d’ora finale diventa così una sfida personale tra Batshuayi e la ricerca del gol, a partire dal 76′, quando Mertens lo smarca in area, il centravanti salta il portiere e calcia a porta vuota, ma Meriah salva sulla linea. Passano tre minuti e nuova occasione per l’attaccante del Borussia Dortmund, stavolta sul tiro di Carrasco Ben Mustapha respinge corto ma Batshuayi colpisce incredibilmente la traversa da due passi. Poi di nuovo Batshuayi colpisce a botta sicura su assist di Carrasco, ma Ben Mustapha sfodera un intervento incredibile e respinge. Il pallone giusto arriva allo scoccare del 90′, quando è Tielemans ad ispirare Michy Batshuayi che al volo non lascia scampo al portiere. Nel terzo minuto di recupero arriva anche la gioia personale per il capitano Wabhi Khazri che gira in rete un grande assist di Nagguez e firma così il 5-2 finale. Il Belgio sale in vetta al Gruppo G con sei punti e si giocherà il primo posto nel girone contro l’Inghilterra nell’ultima giornata.

IL TABELLINO

Belgio (3-4-3): Courtois; Alderweireld, Boyata, Vertonghen; Meunier, De Bruyne, Witsel, Ferreira Carrasco; Mertens (86′ Tielemans), Lukaku (59′ Fellaini), E. Hazard (68′ Batshuayi).
Tunisia (4-3-3): Ben Mustapha; Bronn (24′ Nagguez), S. Ben Youssef (41′ Benalouane), Meriah, A. Maâloul; Khaoui, Skhiri, Sassi (59′ Sliti); F. Ben Youssef, Khazri, Badri.
Arbitro: Jair Marrufo (USA)
Ammoniti: Sassi (T)
Reti: 6′, 51′ Hazard, 16′, 45’+3′ Lukaku, 90′ Batshuayi (B); 18′ Bronn, 93′ Khazri (T)

[Immagine presa da twitter.com]