Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus
Italia-Svezia finisce 0-0, gli Azzurri non vanno ai Mondiali

Il cuore non è sufficiente per l’Italia e non basta neanche l’effetto di un San Siro che ha provato a spingere gli Azzurri fino alla fine. La Svezia vola ai Mondiali dopo una partita di sofferenza, approfittando dell’imprecisione dei padroni di casa nei momenti decisivi.

Ventura conferma il 3-5-2 e lancia dal primo minuto Gabbiadini in coppia con Immobile in avanti, a centrocampo spazio per Jorginho e Florenzi insieme a Parolo con Candreva e Darmian sugli esterni. Anche Andersson conferma il 4-4-2 dell’andata ancora con Berg e Toivonen in attacco, sulle fasce Claesson e Forsberg con Johansson e Larsson centrali, in difesa rientra Lustig sul binario di destra.

PRIMO TEMPO

Inizio di partita subito con ritmi altissimi ed un possibile rigore per parte: prima Parolo viene atterrato in area svedese; poi Darmian tocca di mano su un passaggio di Berg, ma in entrambi i casi Lahoz lascia correre. Il primo tempo degli Azzurri passa fin da subito su un tandem ben definito che si accende al 16′: Jorginho trova il filtrante giusto per il movimento di Immobile tra i due centrali, ma il centravanti della Lazio è troppo esterno ed il suo tiro termina sull’esterno della rete. Stessa soluzione dieci minuti più tardi, stavolta Immobile crossa in mezzo, Gabbiadini arriva in ritardo a centroarea, ma sul secondo palo c’è Candreva in corsa che spara con il destro, ma la sua conclusione finisce di un soffio sopra la traversa. L’Italia comunque continua a crescere con il passare dei minuti e la Svezia finisce in crisi di ossigeno ed organizzazione dal 40′, quando Jorginho trova di nuovo in profondità Immobile, girata con il destro che Olsen sporca e Granqvist riesce a salvare miracolosamente sulla linea. Tre minuti dopo si accende Florenzi che trova il solito Immobile sul fondo che crossa all’indietro per Parolo, ma il tiro del centrocampista viene murato in tackle. Ultimo squillo della prima frazione con un Florenzi in crescita che scappa al diretto avversario sull’out di sinistra e poi calcia in porta, ma Olsen si salva con i piedi.

SECONDO TEMPO

Italia che prova a ripartire forte anche nella ripresa con Darmian che crossa per l’arrivo di Florenzi che calcia con l’esterno, ma il suo tiro si perde fuori di un soffio. La spinta continua al 64′ con Candreva che trova il cross sul primo palo per l’arrivo di Immobile che cerca la girata, ma il pallone si perde a lato. Due minuti più tardi Lustig interviene maldestramente su un tocco di Florenzi, ma la traversa salva Olsen. Gli Azzurri faticano a trovare nuovamente la porta fino all’assalto finale inaugurato da un colpo di testa di Parolo all’83’, ma Olsen è attento e gli dice di no. Quattro minuti più tardi Immobile è bravo a fare sponda all’indietro per El Shaarawy che si coordina benissimo e spara in porta, ma Olsen riesce a respingere con i pugni. L’ultimo brivido lo porta Jorginho nel terzo minuto di recupero, quando riceve una respinta al limite e ci prova il destro, ma la sua conclusione si perde sul fondo. L’Italia torna così a mancare l’appuntamento con il Mondiale per la prima volta dal 1958 dopo una partita giocata con il cuore, ma che non è stato sufficiente per ribaltare e riscattare la pessima prestazione in trasferta. La Svezia andrà invece in Russia la prossima estate dopo l’ultima partecipazione nella rassegna mondiale datata 2006.

IL TABELLINO

Italia (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva (76′ Bernardeschi), Parolo, Jorginho, Florenzi, Darmian (63′ El Shaarawy); Immobile, Gabbiadini (63′ Belotti).
Svezia (4-4-2): Olsen; Lustig, Lindelöf, Granqvist, Augustinsson; Claesson (72′ Rohdén), Johansson (19′ Svensson), Larsson, Forsberg; Berg, Toivonen (54′ Thelin).
Arbitro: Antonio Mateu Lahoz (SPA)
Ammoniti: Barzagli, Chiellini, Bernardeschi (I); Johansson, Forsberg, Lustig (S)
Reti:

[Immagine presa da twitter.com]