Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus sulle Multiple del 300% Info Bonus
Betway 20€ Bonus Benvenuto Scommesse su 2 depositi + 5€ Ogni Settimana Info Bonus
Casinomania Fino a 75€ Bonus Scommesse Rilasciati a Scaglioni di 5€ Info Bonus
888sport Bonus Benvenuto Scommesse fino a 100€ – Codice: ITALIA Info Bonus
SNAI 5 euro gratis + fino a 300€ sul primo deposito Info Bonus
William Hill 35€ Subito + 200€ Sul Primo Deposito – Codice: ITA235 Info Bonus

Prima giornata degli ottavi di finale dei Mondiali Under-20: bene le africane, con Mali e Senegal qualificate (questi ultimi solo dopo i calci di rigore contro l'Ucraina), passano anche la Serbia e gli Stati Uniti.

 

GHANA – MALI 0-3 20' D. Samassekou, 53' Dieudonné, 81' A. Doumbia: il derby africano sorride al Mali, Ghana eliminato con tre gol peraltro tutti di pregevole fattura. Una bella combinazione al limite dell'area a metà primo tempo porta al tiro Diadie Samassekou per il vantaggio maliano, a inizio ripresa anziché una giocata corale è un singolo a inventarsi dal nulla lo 0-2, Dieudonné parte in progressione e fa benissimo perché dalla lunetta dei venti metri scarica un sinistro che sbatte sotto la traversa e finisce dentro. Nel finale il tris di Aboubacar Doumbia in pallonetto a scavalcare il portiere ghanese.

SERBIA – UNGHERIA 2-1 57' Mervó (U), 91' Šaponjic, 118' aut. Talabér: incredibile sfortuna per l'Ungheria, eliminata ai tempi supplementari dalla Serbia dopo essere stata avanti fino al 91' e con un autogol a due minuti dai calci di rigore. Gli ungheresi passano quasi all'ora di gioco con il solito Bence Mervó, che mette dentro un cross basso dalla destra di Kalmár, sembra fatta ma al primo minuto di recupero su calcio d'angolo il colpo di testa di Šaponjic è vincente e allunga la gara di mezz'ora. Nei supplementari il serbo Gajic viene espulso per doppia ammonizione, a questo punto alla formazione balcanica i rigori potrebbero andare bene, se non fosse che al 118' su un innocuo cross dalla destra Talabér devia in maniera sconsiderata nella propria porta segnando l'autogol che porta la Serbia ai quarti.

STATI UNITI – COLOMBIA 1-0 56' Rubin: continua la corsa degli Stati Uniti, che battono la favorita Colombia e si assicurano un posto nelle migliori otto della competizione. Succede tutto nella ripresa, al 56' un tiro di Arriola viene respinto da un difensore colombiano, forse anche col braccio, Rubin si avventa sulla ribattuta e scarica una conclusione potente sulla quale Álvaro Montero non può farci niente. La Colombia avrebbe la chance per pareggiare all'83', Acosta commette fallo in area su Quiñones e si prende il secondo cartellino giallo ma Barrera si fa parare il rigore da Steffen.

UCRAINA – SENEGAL 1-4 dopo i calci di rigore (1-1) 70' Bisiedin, 83' Sidy Sarr (S): avanti anche il Senegal, che raggiunge così il Mali portando dunque due squadre africane ai quarti, in attesa di vedere cosa farà la Nigeria domani contro la Germania. L'Ucraina, che nelle quattro partite giocate ha messo in mostra alcuni prospetti interessanti come Kovalenko, Luchkevych e Sobol, sogna il passaggio del turno al 70' quando Bisiedin impallina con un destro sul secondo palo la porta senegalese, il vantaggio dura solamente tredici minuti e Sidy Sarr, dopo aver vinto un rimpallo, pareggia e porta la gara prima ai supplementari e poi ai rigori, dove Ibrahima Sy para tre conclusioni su quattro e diventa l'eroe di giornata.

[Immagine presa da fifa.com]