Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus sulle Multiple del 300% Info Bonus
Betway 20€ Bonus Benvenuto Scommesse su 2 depositi + 5€ Ogni Settimana Info Bonus
Casinomania Fino a 75€ Bonus Scommesse Rilasciati a Scaglioni di 5€ Info Bonus
888sport Bonus Benvenuto Scommesse fino a 100€ – Codice: ITALIA Info Bonus
SNAI 5 euro gratis + fino a 300€ sul primo deposito Info Bonus
William Hill 35€ Subito + 200€ Sul Primo Deposito – Codice: ITA235 Info Bonus

Si è chiusa stasera, dopo tre settimane di altissimo livello, la diciannovesima edizione del Mondiale Under-20: la Francia ha battuto l'Uruguay 4-1 dopo i calci di rigore, conquistando il primo titolo continentale della sua storia a livello giovanile.

 

FRANCIA – URUGUAY 4-1 dopo i calci di rigore (0-0): pronostico rispettato all'Ali Sami Yen di Istanbul, dove i grandi favoriti della vigilia, i francesi, hanno alzato la coppa al cielo. È stata però una partita molto equilibrata la finalissima contro l'Uruguay, e i sudamericani nei centoventi minuti si sono fatti preferire rispetti ai Bleus, creando un numero maggiore di palle gol. Il primo pericolo è di Paul Pogba (lo juventino è stato nominato miglior giocatore del torneo), che al 9' calcia da fuori trovando la pronta risposta di De Amores, poi però l'Uruguay guadagna metri e va vicinissimo al vantaggio al 20' quando un doppio orrore di Sarr regala palla a Nico López, Aréola salva sulla conclusione del nuovo giocatore dell'Udinese. Poco prima dell'intervallo ancora López in evidenza con una progressione terminata tirando a lato di sinistro, poco dopo su palla inattiva Uruguay nuovamente vicino allo 0-1, Pais viene anticipato a centro area. Poco spettacolo nella ripresa, Nico López è egoista e calcia sul fondo anziché passare ad Avenatti, che all'80' ha la palla della vittoria su assist del nuovo entrato De Arrascaeta ma ci mette troppo a girarsi e Aréola salva in uscita. Sussulto della Francia nel finale, Foulquier si accentra e tocca per Veretout che di destro dal limite esalta i riflessi di De Amores, dall'angolo successivo il portiere salva su Bosetti. Nei supplementari non succede praticamente niente, ai rigori Alphonse Aréola para i tiri di Velázquez e De Arrascaeta, segna Olaza ma per l'Uruguay è troppo tardi perché i francesi sono infallibili (a segno Pogba, Veretout, Ngando e Foulquier) e si aggiudicano il trofeo.

GHANA – IRAQ 3-0 35' Attamah, 45' +1' Assifuah, 78' Acheampong: il terzo posto è del Ghana, che vince agevolmente la "finalina" contro l'Iraq, apparso piuttosto stanco e svuotato dopo un'ottimo Mondiale. Al 35' su corner battuto da Moses Odjer il portiere iracheno Hameed esce a vuoto e Joseph Attamah di testa lo batte per l'1-0. Dieci minuti dopo Ebenezer Assifuah riceve palla al limite dell'area, lascia sul posto un avversario e di destro in diagonale firma il raddoppio e il suo sesto gol personale, che gli vale il titolo di capocannoniere. Nella ripresa il Ghana fa tris con un altro dei suoi migliori elementi, Frank Acheampong, che viene lanciato in profondita da Aboagye e di sinistro non ha problemi a chiudere la partita, pochi secondi dopo un'altra azione personale nella quale, su suo traversone, la difesa irachena aveva rischiato l'autogol.

[Immagine presa da fifa.com]