In Messico scioperano gli arbitri: rinviata la giornata di Liga MX

0

Il campionato messicano si ferma. La Liga MX, così come l’Ascenso MX (la seconda divisione) non avrà partite durante questo weekend, a causa di uno sciopero da parte degli arbitri. La motivazione risiede nelle sanzioni ad alcuni giocatori, ritenute troppo lievi.

Gli arbitri dicono basta, la Liga MX non gioca. Uno sciopero da parte dei direttori di gara ha bloccato sul nascere la decima giornata del campionato messicano, che sarebbe dovuta partire stanotte con Veracruz-Puebla. A un paio d’ore dall’inizio della partita la Comisión Disciplinaria ha ufficializzato le sanzioni per i fatti accaduti durante la settimana in Copa MX: Pablo Aguilar, difensore del Club América che aveva colpito con un accenno di testata l’arbitro Fernando Hernández alla fine della gara persa 1-0 contro il Tijuana, ha ricevuto dieci giornate di squalifica da scontare in campionato, mentre Enrique Triverio, espulso durante il match fra il suo Toluca e il Morelia per aver spinto il direttore di gara Miguel Ángel Flores (reo di aver cacciato i compagni Jesús Méndez e Alfredo Talavera), ne ha prese otto. Le squalifiche sono state ritenute inaccettabili da parte degli arbitri, che chiedevano severità massima per il comportamento dei giocatori e i provvedimenti del caso (Aguilar e Triverio rischiavano fino a un anno di stop), i fatti invece sono stati valutati in maniera molto più lieve dal punto di vista regolamentare (semplice tentativo di aggressione anziché aggressione vera e propria) e questo ha portato allo sciopero. La giornata sarà riprogrammata più avanti ma nel frattempo il calcio messicano deve registrare una forte presa di posizione.

[Immagine presa da amqueretaro.com]