Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus

Un'ora tranquilla per l'Argentina, poi fa il suo debutto in questa Copa América Leo Messi e per Panama non c'è niente da fare: la Pulga fa tre gol e il lancio per il definitivo 5-0 di Agüero.

 

L'Argentina vince e ritrova i gol di Messi ma perde Ángel Di María. Qualificazione in agrodolce per la Selección che non può essere del tutto soddisfatta per il 5-0 su Panama, nonostante il pokerissimo, per via dell'infortunio del Fideo, giocatore imprescindibile per l'Albiceleste e uscito a fine primo tempo per un problema muscolare da verificare. Senza di lui l'Argentina ha perso le ultime due finali, i Mondiali del 2014 (infortunio ai quarti col Belgio) e la Copa América di un anno fa (guaio fisico durante l'ultimo atto col Cile), perciò la preoccupazione è motivata nonostante di contro sia bastata mezz'ora a Lionel Messi per mettere a segno una marcatura multipla, la sua prima in Copa América, e far finire in grossi guai Panama, che adesso si ritrova con una differenza reti sfavorevole rispetto al Cile e dovrà battere i campioni in carica per non tornare a casa, peraltro con quattro giocatori squalificati (l'espulso Godoy e tre diffidati ammoniti) più Pimentel che si è fratturato una gamba. Per diversi punti del match la formazione canalera non ha nemmeno fatto male, si è dovuta arrendere quando è entrata la Pulga, desiderosa di lasciare alle spalle qualche problema fisico, la nota questione giudiziaria e l'ultima critica da parte di Diego Armando Maradona: erano troppe le motivazioni per far bene, e infatti per Panama non c'è stato scampo.

PRIMO TEMPO

L'Argentina vuole mettere le cose in chiaro e la sblocca dopo soli sei minuti e venti secondi di gioco, punizione da sinistra di Di María sul secondo palo e colpo di testa vincente di Nicolás Otamendi, che proprio contro Panama aveva debuttato con la Selección. Higuaín calcia verso la porta un minuto dopo l'1-0 ma Penedo mette in corner, per dieci minuti l'Argentina fa la voce grossa ma poi la partita comincia a essere molto nervosa, con diverse polemiche e varie ammonizioni nonché un infortunio gravissimo, quello di Pimentel che al 18' cerca di prendere una punizione raccolta dal compagno Miller (colpo di testa sul fondo) e si procura una frattura alla gamba sinistra. Sfortunatissimo il centrocampista di Panama, entra Camargo che al 29' su punizione mette in difficoltà Romero, ancora una volta approssimativo ma stavolta capace di evitare il gol. Il disastro vero lo fa Aníbal Godoy, che già ammonito rifila senza senso una manata a Gaitán e si prende un'inevitabile secondo giallo (poteva anche essere rosso diretto), ma nonostante la superiorità numerica l'Argentina non spinge più e anzi a sua volta ha un episodio sfavorevole perché si fa nuovamente male Ángel Di María, sostituito da Lamela.

SECONDO TEMPO

È Banega il protagonista di inizio ripresa, il nuovo centrocampista dell'Inter al 52' ci prova da fuori ma l'ex Cagliari Penedo blocca, poco dopo gran palla per Higuaín che si presenta in area ma viene fermato da un intervento prodigioso di Miller, che però un quarto d'ora dopo annulla la buona giocata rinviando addosso a Higuaín che di faccia serve un involontario assist a Lionel Messi, entrato pochi minuti prima per la felicità del pubblico di Chicago e a segno con il suo classico sinistro piazzato. Diventa una noche de gloria per il giocatore più forte al mondo: al 78' punizione morbida che scavalca la barriera e finisce praticamente all'incrocio per il 3-0, all'87' controllo in area e dribbling su un difensore per fare tripletta e 4-0, al 90' gran lancio per Rojo che fa sponda per il colpo di testa di un altro subentrato, Sergio Agüero, che chiude il pokerissimo.

Seconda vittoria in due partite e Argentina che si assicura i quarti, contro la Bolivia sarà presumibilmente una passerella per certificare il primo posto nel girone. Panama invece con l'acqua alla gola: o batte il Cile o va fuori e non dà continuità al terzo posto nella Gold Cup dell'anno scorso.

IL TABELLINO

Argentina (4-3-3): S. Romero; Mercado, Otamendi, Funes Mori, Rojo; Banega, Mascherano, A. Fernández (61' Messi); Gaitán, Higuaín (76' Agüero), Di María (43' Lamela). Commissario tecnico: Martino
Panama (4-4-2): Penedo; Machado, Baloy, Miller, Henríquez; Godoy, Ga. Gómez, Pimentel (20' Camargo), Quintero; B. Pérez (75' Tejada), Cooper (76' A. Arroyo). Commissario tecnico: H. Gómez
Arbitro: Joel Aguilar della federazione salvadoregna (Zumba – W. Torres; Carrillo)
Reti: 7' Otamendi, 68', 78', 87' Messi, 90' Agüero
Espulso: Godoy (P) al 31' per doppia ammonizione
Ammoniti: B. Pérez, Baloy, Cooper (P), A. Fernández, Mascherano, Gaitán (A)

[Immagine presa da ole.com.ar]