Il Liverpool punisce le follie di Wenger, Arsenal battuto 3-1

0

Finisce 3-1 per il Liverpool il big match del sabato di Premier League. Arsène Wenger lascia in panchina per un tempo Alexis Sánchez e l’Arsenal ne paga le conseguenze, perché non riesce a recuperare il 2-0 maturato all’intervallo.

Il Liverpool mette del sale sulle ferite che l’Arsenal si autoinfligge da anni a questo punto della stagione. I Reds battono 3-1 i Gunners ad Anfield, in una partita che per un tempo non ha avuto storia anche per le incomprensibili decisioni di Arsène Wenger. Il manager alsaziano, atteso martedì dall’impossibile rimonta in Champions League contro il Bayern Monaco (vittorioso 5-1 all’andata e di fatto già ai quarti), ha lasciato il suo miglior giocatore, Alexis Sánchez, in panchina per tutto il primo tempo, dove il Liverpool ha dominato in lungo e in largo, e nella ripresa non ha certo convinto con i cambi. La squadra di Jürgen Klopp è passata al 9′, tiro-cross di Mané diventato un assist sul secondo palo per Roberto Firmino, che non ha avuto difficoltà a battere Čech, i padroni di casa hanno controllato la situazione per tutto il resto della frazione raddoppiando al 40′ con uno scambio di consegne, perché è stato il brasiliano a fornire un grande assist al liberissimo Sadio Mané, che ha fatto 2-0 in totale tranquillità. Con Sánchez dentro dopo l’intervallo le cose per l’Arsenal sono migliorate, il cileno ha servito a Danny Welbeck la palla del 2-1 ma si è trattato solo di un’illusione, nel finale un palo di Origi ha ribadito la supremazia del Liverpool e nel primo dei tre minuti di recupero un grande contropiede ha chiuso i giochi, spettacolare filtrante di Lallana per Origi e cross basso dalla destra verso il centro per la deviazione vincente di Georginio Wijnaldum. Con questo successo i Reds superano l’Arsenal in classifica (ma i Gunners hanno una partita in meno) e agganciano almeno momentaneamente il terzo posto del Manchester City, che domani sarà impegnato sul campo del Sunderland. Per il contestatissimo Wenger, che molti danno a un passo dall’addio dopo ventuno anni, si tratta della terza sconfitta nelle ultime quattro giornate di Premier League.

[Immagine presa da premierleague.com]