Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus

L’edizione 2016-2017 della Liga si conclude senza sorprese, il Real Madrid vince 2-0 a Málaga e per la 33ª volta è campione. Inutile per il Barcellona la rimonta casalinga contro l’Eibar. Intanto l’Atlético Madrid si congeda dal Vicente Calderón con un 3-1 all’Athletic.

La Liga è in archivio, il titolo di campione è tornato a Madrid dopo due anni, anche se nel 2014 fu l’Atlético a festeggiare. Sono invece ben cinque gli anni passati dall’ultima Liga del Real Madrid, e allora sì che è giustificata la festa notturna a Plaza de Cibeles a bus scoperto, fra trentamila persone. Cardiff è lontana due settimane, c’è tempo per recuperare le energie. Dall’altra parte della Capitale, lacrime ma non di gioia per il popolo Colchonero, che saluta l’Estadio Vicente Calderón dopo cinquant’anni di splendida convivenza. E quale miglior modo di congedarsi se non con una vittoria contro una squadra storica (Athletic Club) e con i gol di uno dei calciatori più idolatrati e amati, Fernando Torres? Il Niño, in scadenza di contratto, segna due reti e dice addio allo stadio dove è diventato un campione e dove è tornato da eroe. Dall’anno prossimo la banda di Simeone si sposta al Wanda Metropolitano, ex Peineta (stadio adibito all’atletica leggera), comprato da Cerezo, Presidente dell’Atlético, e ristrutturato per ampliare la capienza da ventimila a settantamila posti. Il Calderón verrà demolito e al suo posto sorgerà il Parque de Atlético.

Tornando al calcio giocato, l’ultimo verdetto della Liga è che il Villarreal approda direttamente alla fase a gironi dell’Europa League grazie alla vittoria esterna a Valencia, mentre la Real Sociedad ai preliminari in virtù del pareggio conquistato a Vigo al 93′. L’Athletic di Ernesto Valverde deve invece sperare che il Deportivo Alavés non batta il Barcellona in finale di Copa del Rey per andare in Europa. Il Siviglia stravince l’ultima partita con Jorge Sampaoli al timone con un poker all’Osasuna, Quique Setién invece lascia male il Las Palmas perdendo 3-0 al Riazor contro il Deportivo La Coruña. Premio per il miglior gol di giornata a Timor del Leganés, che segna l’1-1 all’Alavés con un gran tiro dalla distanza, mentre nota di demerito al portiere dello Sporting Gijón Cuéllar, che con un liscio clamoroso in uscita permette il gol a Rubén Castro del Real Betis. Capocannoniere della Liga è Lionel Messi per la terza volta, mentre Iago Aspas vince il premio Zarra come migliore marcatore di nazionalità spagnola.

RISULTATI

Granada – Espanyol 1-2 3′ Léo Baptistão, 8′ aut. Rúben Vezo, 22′ A. Pereira (G)
Sporting Gijón – Real Betis 2-2 7′ Douglas, 22′, 59′ R. Castro (B), 79′ Carmona
Deportivo La Coruña – Las Palmas 3-0 4′, 28′ Andone, 39′ Gil
Leganés – Alavés 1-1 64′ Krstičić (A), 89′ Timor
Siviglia – Osasuna 5-0 10′, 80′ Vitolo, 20′, 60′ F. Vázquez, 35′ Jovetić
Atlético Madrid – Athletic Club 3-1 8′, 11′ F. Torres, 71′ I. Williams (AC), 89′ A. Correa
Celta Vigo – Real Sociedad 2-2 54′ Iago Aspas, 82′ Oyarzabal (R), 90′ Hjulsager, 90’+3′ Juanmi (R)
Valencia – Villarreal 1-3 1′ Soldado, 54′ Nani (VA), 58′ Trigueros, 88′ Sansone
Barcellona – Eibar 4-2 7′, 61′ Inui (E), 63′ aut. Juncà, 73′ L. Suárez, 75′, 90′ Messi
Málaga – Real Madrid 0-2 2′ Cristiano Ronaldo, 55′ Benzema

CLASSIFICA

Real Madrid 93
Barcellona 90
Atlético Madrid 78
Siviglia 72
Villarreal 67
Real Sociedad 64
Athletic Club 63
Espanyol 56
Alavés 55
Eibar 54
Málaga 46
Valencia 46
Celta Vigo 45
Las Palmas 39
Real Betis 39
Deportivo La Coruña 36
Leganés 35
Sporting Gijón 31
Osasuna 22
Granada 20

[Immagine presa da skysports.com]