Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero 10€ Bonus Scommesse + 10€ Gratis Bonus Slot + € 1300 Bonus Casino Info Bonus
Betway 20€ Bonus Benvenuto Scommesse su 2 depositi + 5€ Ogni Settimana Info Bonus
Casinomania Fino a 75€ Bonus Scommesse Rilasciati a Scaglioni di 5€ Info Bonus
888sport Bonus Benvenuto Scommesse fino a 100€ – Codice: ITALIA Info Bonus
SNAI 5 euro gratis + fino a 300€ sul primo deposito Info Bonus
William Hill 35€ Subito + 200€ Sul Primo Deposito – Codice: ITA235 Info Bonus
Esultanza dei giocatori madrileni

Turno caratterizzato dalle goleade delle big, il Real Madrid prossimo avversario del Napoli in Champions torna alla vittoria sul campo non facile dell’Eibar e ritrova i gol di Karim Benzema, il Barcellona spazza via il Celta Vigo 5-0 con un super Messi, l’Atlético batte 3-0 il Valencia rispondendo alla Real Sociedad (3-2 al Betis). Il Siviglia non va oltre l’1-1 con l’Alaves.

Se il Napoli sperava nella crisi del Real Madrid, è rimasto deluso. Finalmente ad Eibar arriva una vittoria convincente e senza polemiche o rimonte faticose per i Blancos, che avevano già chiuso il match in 29′, tanto sono bastati a Benzema per fare doppietta e a James Rodríguez per segnare il tris. Per l’attaccante francese si tratta di un ritorno al gol dopo ben due mesi di astinenza, dal gol peraltro abbastanza inutile nel 5-0 al Granada. Per l’ex Lione non si tratta di certo della sua miglior stagione, basti pensare ai soli sette gol segnati in venti partite di Liga, anche se sono eccessive pure le critiche e i fischi nei suoi confronti, dato il suo apporto generoso in Champions League (5 reti) e nella Coppa del Mondo per Club (2 reti, una in semifinale, una in finale). Tornando alla partita, nella ripresa il risultato diventa 1-4 per le reti di Marco Asensio, gioiello madrileno che però non giocava un minuto dalla fine di gennaio, e di Pena, consolation gol per i baschi. Madrid chiama, Barcellona risponde. I blaugrana erano chiamati sulla carta a una partita insidiosa contro il Celta Vigo di Eduardo Berizzo, uno dei candidati a sostituire Luis Enrique dalla prossima stagione. Difficile che sarà l’argentino il nuovo allenatore del Barça, a giudicare la serata disastrosa dei galiziani al Camp Nou: Lionel Messi è in serata di grazia e segna due bellissimi gol, soprattutto il secondo, un dolce tiro da fuori dopo aver ubriacato un paio di difensori, ma non è da meno Neymar, autore di un meraviglioso pallonetto in corsa a superare Álvarez per il momentaneo 2-0. C’è gloria anche per Umtiti, tap-in su assist della Pulga e per Ivan Rakitić, tiro da posizione ravvicinata che passa sotto le gambe del povero Álvarez. A proposito di telefonate, Leo Messi ha tenuto subito a smorzare le polemiche nate in seguito alla sua esultanza con cui mimava il gesto di chiamare e indicare la tribuna, infatti il destinatario era il nipote che non gli aveva risposto al cellulare il giorno del suo compleanno, e non qualche dirigente del Barcellona.

Dietro le due big arranca il Siviglia, che pareggia 1-1 sul campo del Deportivo Alavés nel posticipo di lunedì: al vantaggio iniziale di Ben Yedder risponde Aleksandar Katai con un facile tap-in, nel finale Sergio Rico è miracoloso su un tiro a botta sicura di Deyverson. Gli andalusi ora devono vedersi più che altro dalle inseguitrici per il terzo posto, che si chiamano Atlético Madrid e Real Sociedad. I Colchoneros, di fronte al guarito Fernando Torres che ha visto la partita dalla tribuna e a cui la curva ha dedicato uno striscione, superano senza alcun problema il Valencia, con i gol dei soliti Griezmann e Gameiro (doppietta per il primo); la Real Sociedad ha invece la meglio del Betis al termine di una partita combattuta, decisa dalla doppietta del capitano Xabi Prieto e dalla rete del canterano Jon Bautista. Inutili le reti dei momentanei pareggi di Mandi (mezza rovesciata) e Sanabria per la seconda squadra di Siviglia. Altre partite: la sconfitta di misura di Bilbao costa il posto all’allenatore del Malaga Romero, prontamente sostituito da Míchel, ex fra le altre di Olympiacos e Marsiglia. Funziona la cura Pepe Mel al Deportivo La Coruña, che batte 1-0 lo Sporting Gijón in uno degli scontri salvezza di questo turno, l’altro se lo aggiudica il Leganés (sempre 1-0, al Granada). A picco invece l’Osasuna, sconfitto per 5-2 dal Las Palmas (doppietta del figliol prodigo Jesé).

RISULTATI

Betis – Real Sociedad 2-3 9′ Jon (R), 16′ Mandi, 26 e 72′ Xabi Prieto (R), 65′ Sanabria
Leganés – Granada 1-0 83′ Machis
Eibar – Real Madrid 1-4 14′ e 25′ Benzema (R), 29′ J. Rodríguez (R), 60′ Asensio (R), 72′ Pena
Villarreal – Espanyol 2-0 45′ R. Soriano, 80′ Bakambu
Barcellona – Celta Vigo 5-0 24′ e 64′ Messi, 40′ Neymar, 57′ Rakitić, 61′ Umtiti
Gijon – Deportivo La Coruña 0-1 45′ Mosquera
Atlético Madrid – Valencia 3-0 10′ e 83′ Griezmann, 48′ Gameiro
Las Palmas – Osasuna 5-2 7′ e 87′ Jesé, 31′ e 37′ Kodro (O), 55′ Livaja, 70′ aut. U. Lopez, 76′ Mesa
Athletic Club – Malaga 1-0 72′ rig. Raúl García
Alavés – Siviglia 1-1 13′ Ben Yedder (S), 75′ Katai

CLASSIFICA

Barcellona 60
Real Madrid 59*
Siviglia 56
Atlético Madrid 49
Real Sociedad 48
Villarreal 45
Athletic Club 41
Eibar 39
Espanyol 36
Celta Vigo 35*
Alavés 34
Las Palmas 32
Valencia 29
Betis 27*
Malaga 26
Leganés 24
Deportivo La Coruña 23*
Granada 19
Gijón 17
Osasuna 10

*una partita in meno

[immagine presa da foxsports.it]