La Juventus batte anche il Benfica, successo ai calci di rigore

0

Dopo il successo nella prima sfida dell’International Champions Cup contro il Bayern Monaco, la Juventus si blocca sull’1-1 con il Benfica nei tempi regolamentari, per poi vincere la sfida ai rigori grazie ai due errori dei lusitani (una parata di Perin). Le indicazioni per Allegri sono comunque positive con i bianconeri che hanno disputato soprattutto un ottimo secondo tempo.

L’inizio di partita è equilibrato e su buoni ritmi con il Benfica che bussa per primo in avanti con Salvio, ma Szczęsny non ha difficoltà a bloccare. Al 10′ ci prova anche la Juventus con Cancelo che crossa in mezzo per l’inserimento di Marchisio, ma il numero 8 calcia alto di poco. Il resto della prima frazione non porta grandi sussulti, anche se i portoghesi si fanno preferire nel possesso palla. L’inizio di ripresa è di nuovo di marca bianconera con Khedira che ispira Favilli, ma la sua conclusione viene parata. Al 54′ grande occasione per lo stesso Khedira che si presenta di fronte ad Odysseas, ma il portiere blocca il tedesco nell’uno contro uno. Dopo la spinta della Juventus nel primo quarto d’ora torna in avanti il Benfica che trova il vantaggio al 65′ con Alejandro Grimaldo direttamente su punizione con Perin battuto. La reazione degli uomini di Allegri arriva dieci minuti più tardi con Benatia che svetta sulla punizione di Clemenza, ma il suo colpo di testa si stampa sulla traversa. Il meritato pareggio juventino è all’84’ con Luca Clemenza che si inventa una splendida azione individuale che culmina con un tiro che si spegne sotto l’incrocio dei pali per l’1-1. La Juventus cerca addirittura la vittoria nei tempi regolamentari, ma Odysseas salva con un grande intervento su Alex Sandro. Ai calci di rigore il Benfica prende il palo con Jonas e poi Perin ne para uno con i bianconeri che sono perfetti e si prendono così il secondo successo in due partite.

[Immagine presa da twitter.com]