Il Superclásico Boca Juniors-River Plate finisce 1-1: a segno Lanzini e l’ex viola Santiago Silva

0

Deciso nei primi quarantacinque minuti il primo Superclásico giocato alla Bombonera dopo il ritorno in Primera División del River Plate. I Millonarios allenati da Ramón Díaz (allontanato a metà ripresa) sono passati in vantaggio dopo neanche un minuto con un colpo di testa di Manuel Lanzini e hanno sprecato diverse occasioni per raddoppiare, prima di farsi raggiungere da una girata in area del “Tanque” Santiago Silva, su assist di Walter Erviti (a parti invertite era stato confezionato al 90′ il gol del 2-2 nel Torneo Inicial).

 

Nel secondo tempo poco gioco e tantissime interruzioni tanto che l’arbitro Germán Delfino ha dato un recupero infinito di ben dieci minuti, poi portati a dodici per un petardo esploso in campo vicino al portiere del River Marcelo Barovero, al 102′ espulso Guillermo Burdisso per un’entrata a piedi uniti su Carlos Sánchez. Assente Juan Román Riquelme per infortunio tra gli “Xeneizes, nella “Banda” si è distinto ancora una volta il difensore classe ’93 Éder Fabián Álvarez Balanta, possente centrale colombiano alla quinta partita in carriera e fin qui sempre tra i migliori in campo, con anche due gol realizzati nelle precedenti gare. Il River si allontana dal primo posto del Newell’s (+4 con una partita in meno) mentre il Boca evita l’ennesimo tracollo in campionato (ha vinto solo la prima partita), in ogni caso questa partita, una delle più sentite al mondo, è stata come sempre uno show incredibile (almeno nel primo tempo) a prescindere dalle posizioni di classifica.

[Immagine presa da ole.com.ar]