Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus
Europei Under-21 2017

Ci siamo quasi: mancano poco meno di quarantotto ore all’inizio degli Europei Under-21, che quest’anno si svolgono in Polonia mentre la prossima edizione sarà in Italia. Dopo aver trattato in maniera approfondita le avversarie degli Azzurrini (Danimarca, Germania e Repubblica Ceca) ecco la presentazione del Gruppo A.

INGHILTERRA (commissario tecnico Aidy Boothroyd)

Che sia arrivato il momento della svolta per l’Inghilterra? Dopo tante delusioni gli inglesi hanno sollevato un trofeo giovanile, i Mondiali Under-20 vinti domenica con il Venezuela. Ovviamente nessuno di quei giocatori farà parte degli Europei, però gli Young Lions puntano a confermare i progressi mostrati in Corea del Sud anche con l’Under-21 di Aidy Boothroyd.

Diversi convocati hanno un anno o più da titolari in Premier League, a partire dal portiere Jordan Pickford che pur essendo retrocesso col Sunderland è richiestissimo sul mercato e potrebbe passare all’Everton per trenta milioni di sterline. In difesa Alfie Mawson ha aiutato lo Swansea a salvarsi anche con qualche gol pesante, assieme a lui giocheranno Rob Holding (alternativa all’Arsenal) e Calum Chambers (retrocesso col Middlesbrough, pure lui dei Gunners). Lewis Baker è di proprietà del Chelsea ma ha fatto un’ottima stagione al Vitesse (dieci gol in Eredivisie) e guiderà il centrocampo con l’ex Napoli Nathaniel Chalobah, si attendono grandi cose anche dal duo del Southampton composto da Nathan Redmond e James Ward-Prowse. Per l’attacco ci sono Demarai Gray, scattante ala del Leicester City, e Tammy Abraham che ha fatto ventitré gol in Championship col Bristol City (altro Blues).

Quest’Inghilterra ha quasi l’obbligo di essere protagonista: la semifinale dev’essere il minimo.

Modulo probabile: 4-3-3
Miglior giocatore: Nathan Redmond
Possibile sorpresa: Alfie Mawson

Portieri: 13 Angus Gunn (Manchester City), 21 Jonathan Mitchell (Derby County), 1 Jordan Pickford (Sunderland);
Difensori: 5 Calum Chambers (Middlesbrough), 3 Ben Chilwell (Leicester City), 17 Kortney Hause (Wolverhampton Wanderers), 16 Rob Holding (Arsenal), 2 Mason Holgate (Everton), 18 Dominic Iorfa (Wolverhampton Wanderers), 23 Alfie Mawson (Swansea), 6 Jack Stephens (Southampton), 12 Matt Targett (Southampton);
Centrocampisti: 10 Lewis Baker (Vitesse), 4 Nathaniel Chalobah (Chelsea), 7 Demarai Gray (Leicester City), 20 Jack Grealish (Aston Villa), 19 Will Hughes (Derby County), 11 Nathan Redmond (Southampton), 15 John Swift (Reading), 8 James Ward-Prowse (Southampton);
Attaccanti: 9 Tammy Abraham (Bristol City), 14 Jacob Murphy (Norwich City), 22 Cauley Woodrow (Fulham).

POLONIA (commissario tecnico Marcin Dorna)

Il veto da parte del Napoli ha privato i padroni di casa delle stelle Arkadiusz Milik e Piotr Zieliński: la qualità ne ha inevitabilmente risentito, ma Marcin Dorna spera che i sostituti siano all’altezza. La Polonia è in grande ascesa nel panorama calcistico internazionale e arriva agli Europei di casa con grandi aspettative, ma restano alcune incognite sulla tenuta.

C’è tanta Serie A fra i polacchi. In porta giocherà Bartłomiej Drągowski, solo una presenza con la Fiorentina, in difesa Igor Łasicki è di proprietà del Napoli ma ha fatto un anno in B al Carpi, a centrocampo Karol Linetty si è imposto con la Sampdoria ed è uno degli elementi più interessanti di tutto il girone. La punta è Mariusz Stępiński, che ha fatto intravedere buoni numeri al Nantes in Ligue 1, non è Milik ma i gol li sa fare. Un occhio di riguardo va dato a Dawid Kownacki, attaccante classe 1997 del Lech Poznań che si dice possa andare alla Sampdoria. Un anno fa, da quasi sconosciuto, Bartosz Kapustka aveva impressionato agli Europei e si era guadagnato l’ingaggio da parte del Leicester City campione d’Inghilterra, ma con le Foxes non ha mai esordito in Premier League e di fatto ha buttato un anno: da vedere se la forma fisica avrà retto, perché le qualità ci sono tutte. Bene da centrocampo in avanti.

Poteva avere una rosa di primo piano, ora è solo un’outsider. Ma occhio ai padroni di casa.

Modulo probabile: 4-2-3-1
Miglior giocatore: Karol Linetty
Possibile sorpresa: Mariusz Stępiński

Portieri: 1 Bartłomiej Drągowski (Fiorentina), 22 Maksymilian Stryjek (Sunderland), 12 Jakub Wrąbel (Olimpia Grudziądz);
Difensori: 6 Jan Bednarek (Lech Poznań), 15 Jarosław Jach (Zagłębie Lubin), 2 Paweł Jaroszyński (KS Cracovia), 4 Tomasz Kędziora (Lech Poznań), 5 Igor Łasicki (Carpi), 23 Przemysław Szymiński (Wisła Płock);
Centrocampisti: 3 Krystian Bielik (Arsenal), 17 Paweł Dawidowicz (Bochum), 11 Przemysław Frankowski (Jagiellonia), 19 Bartosz Kapustka (Leicester City), 14 Dawid Kownacki (Lech Poznań), 20 Jarosław Kubicki (Zagłębie Lubin), 7 Karol Linetty (Sampdoria), 10 Patryk Lipski (svincolato), 13 Łukasz Moneta (Ruch Chorzów), 8 Radosław Murawski (Piast Gliwice), 18 Jarosław Niezgoda (Ruch Chorzów);
Attaccanti: 21 Adam Buksa (Zagłębie Lubin), 16 Krzystof Piątek (KS Cracovia), 9 Mariusz Stępiński (Nantes).

SLOVACCHIA (commissario tecnico Pavel Hapal)

Seconda partecipazione per la Slovacchia: nel 2000 arrivò quarta e impressionò il CT dell’Italia Marco Tardelli, che poco dopo portò all’Inter un giocatore di quella rosa. Purtroppo per i nerazzurri si trattava di Vratislav Greško… Ha conquistato la qualificazione demolendo l’Olanda per 4-2 in rimonta, una chance (non grandissima) di fare bene gli va data.

La difesa parla per metà italiano: il centrale è Milan Škriniar della Sampdoria, terzino destro invece è stato impiegato spesso Martin Valjent della Ternana; a questi vanno aggiunti il centrocampista Lukáš Haraslín (ex Parma) e l’attaccante Tomáš Vestenický, ora proprio in Polonia (al KS Cracovia) ma in passato nel settore giovanile della Roma. Le speranze slovacche di poter passare il girone con i campioni in carica, l’Inghilterra e i padroni di casa sono riposte però in Albert Rusnák, trequartista che a gennaio ha lasciato il Groningen (era uno dei big) per la MLS con il Real Salt Lake, László Bénes del Borussia Mönchengladbach e il perno del centrocampo Stanislav Lobotka. Da valutare le condizioni dell’attaccante Adam Zreľák, in teoria il centravanti titolare ma in pratica martoriato nell’ultimo anno da diversi infortuni lunghi: l’alternativa è Pavol Šafranko, in doppia cifra con il Dunajská Streda.

I valori delle sfidanti non sembrano alla portata: per vederla in semifinale serve un’impresa.

Modulo probabile: 4-2-3-1
Miglior giocatore: Albert Rusnák
Possibile sorpresa: László Bénes

Portieri: 1 Adrián Chovan (Trenčín), 23 Adam Jakubech (Spartak Trnava), 12 Marek Rodák (Fulham);
Difensori: 5 Tomáš Huk (Dunajská Streda), 14 Róbert Mazáň (Žilina), 2 Branislav Niňaj (Lokeren), 13 Ľubomír Šatka (Dunajská Streda), 16 Lukáš Skovajsa (Trenčín), 3 Milan Škriniar (Sampdoria), 4 Martin Valjent (Ternana), 19 Denis Vavro (Žilina);
Centrocampisti: 22 László Bénes (Borussia Mönchengladbach), 21 Matúš Bero (Trabzonspor), 8 Martin Chrien (Viktoria Plzeň), 17 Lukáš Haraslín (Lechia Gdańsk), 20 Miroslav Káčer (Žilina), 6 Stanislav Lobotka (Nordsjælland), 7 Jaroslav Mihalík (KS Cracovia), 10 Albert Rusnák (Real Salt Lake), 11 Nikolas Špalek (Žilina);
Attaccanti: 18 Pavol Šafranko (Dunajská Streda), 9 Tomáš Vestenický (KS Cracovia), 15 Adam Zreľák (Jablonec).

SVEZIA (commissario tecnico Håkan Ericson)

Campioni e rinnovati. Due anni fa in Repubblica Ceca la Svezia alzava al cielo il trofeo dopo aver battuto il Portogallo ai rigori (ed eliminato l’Italia nel girone con un vergognoso biscotto proprio coi portoghesi). In panchina c’è ancora Håkan Ericson, in campo però i vari Victor Lindelöf e John Guidetti non ci sono più: ai gironi ha superato la Spagna, può confermarsi.

La squadra si posiziona in campo con un 4-4-2 lineare che cerca di mettere in movimento le due punte Carlos Strandberg (Westerlo) e Paweł Cibicki (Malmö, di chiare origini polacche). Sugli esterni sono pericolosi i due giocatori che militano in Olanda, Muamer Tanković dell’AZ Alkmaar a sinistra e Simon Tibbling del Groningen a destra (quest’ultimo è l’unico ad aver giocato la finale di due anni fa), in mezzo invece dirige le operazioni il capitano Kristoffer Olsson, probabilmente affiancato dall’ex Udinese Melker Hallberg (tuttora di proprietà dei bianconeri, è in prestito al Kalmar). Due anni fa in difesa c’era Lindelöf come prodotto di sicuro avvenire, questa volta invece all’orizzonte non si intravedono talenti nel pacchetto arretrato come il nuovo acquisto del Manchester United: potrebbe pesare visto che il girone non è affatto facile e che nelle qualificazioni non c’è stato un vero bomber.

Non ha il valore di due anni fa, ma se è arrivata davanti alla Spagna delle qualità le possiede.

Modulo probabile: 4-4-2
Miglior giocatore: Simon Tibbling
Possibile sorpresa: Muamer Tanković

Portieri: 12 Anton Cajtoft (Jönköpings), 23 Pontus Dahlberg (IFK Göteborg), 1 Tim Erlandsson (Athletic Eskilstuna);
Difensori: 20 Egzon Binaku (Häcken), 15 Franz Brorsson (Malmö), 14 Filip Dagerstål (Norrköping), 4 Joakim Nilsson (Elfsborg), 13 Isak Ssewankambo (Molde), 3 Jacob Une Larsson (Djurgårdens), 2 Linus Wahlqvist (Norrköping);
Centrocampisti: 22 Amin Affane (AIK), 19 Niclas Eliasson (Norrköping), 7 Alexander Fransson (Basilea), 16 Melker Hallberg (Kalmar), 5 Adam Lundqvist (Elfsborg), 17 Kerim Mrabti (Djurgårdens), 8 Kristoffer Olsson (AIK), 9 Muamer Tanković (AZ Alkmaar), 6 Simon Tibbling (Groningen).
Attaccanti: 21 Joel Asoro (Sunderland), 18 Paweł Cibicki (Malmö), 11 Gustav Engvall (Djurgårdens), 10 Carlos Strandberg (Westerlo).

IL CALENDARIO

Svezia – Inghilterra venerdì 16 giugno ore 18 (Kielce)
Polonia – Slovacchia venerdì 16 giugno ore 20.45 (Lublino)
Slovacchia – Inghilterra lunedì 19 giugno ore 18 (Kielce)
Polonia – Svezia lunedì 19 giugno ore 20.45 (Lublino)
Inghilterra – Polonia giovedì 22 giugno ore 20.45 (Lublino)
Slovacchia – Svezia giovedì 22 giugno ore 20.45 (Kielce)

GUIDA AGLI EUROPEI UNDER-21

La scheda del Gruppo B
Le avversarie dell’Italia: la Danimarca
Le avversarie dell’Italia: la Repubblica Ceca
Le avversarie dell’Italia: la Germania
Il calendario completo delle partite

I convocati delle dodici nazionali