Dalla FIFA nuove linee guida: cambi per contratti, stipendi e calciomercato

0

La FIFA si muove per gestire l’emergenza Coronavirus. Definito un piano per affrontare la situazione che riguarda contratti, stipendi e calciomercato (qui i dettagli integrali).

“A seguito della crisi senza precedenti, che il Coronavirus ha causato in tutti i livelli del mondo del calcio, la FIFA ha lavorato su una serie di raccomandazioni e linee guida per gestire alcune situazioni della pandemia. Questo, soprattutto, riguarda i contratti dei giocatori e il sistema dei trasferimenti in generale.

Le scelte sono state fatte in consultazione con tutte le parti in causa, attraverso una task force presieduta dal vicepresidente FIFA Vittorio Montagliani, assieme a rappresentanti di club, giocatori, leghe, associazioni e confederazioni.

Una serie di decisioni sono state raggiunte, all’unanimità, dalla task force e il Consiglio della FIFA le ha raccomandate oggi. Di seguito il sommario.

CONTRATTI DEI GIOCATORI

Di norma, i contratti dei calciatori si concludono a fine stagione, con una data comune (30 giugno, ndr). Con la sospensione delle attività in quasi tutti i paesi, è scontato che l’attuale stagione terminerà oltre questa data. La proposta è che i contratti siano estesi automaticamente sino al termine della stagione. Questo sarebbe in linea con l’intenzione originaria fra le parti che hanno siglato i contratti, e preserverebbe l’integrità sportiva e la stabilità del sistema. Lo stesso principio si applicherebbe ai contratti per l’inizio della stagione, che sarebbero posticipati.

ACCORDI DI LAVORO CHE NON SONO PIÙ POSSIBILI

La pandemia da Coronavirus ha avuto un forte impatto sulle entrate dei club, non essendoci partite. Il calcio, come altri settori dell’economia, deve trovare soluzioni eque per queste circostanze, anche per proteggere il lavoro e trovare un punto d’incontro fra giocatori e club. La FIFA incoraggia a lavorare assieme per trovare delle soluzioni durante questo periodo, fra club e giocatori.

La FIFA raccomanda di trovare soluzioni per ciascun paese, ma anche di includere le misure del Governo per supportare club e giocatori, nel caso in cui gli stipendi dovessero essere sospesi o ridotti e sui livelli di assicurazione. Se le parti non dovessero raggiungere un accordo, con i casi che arriverebbero alla FIFA, i fattori esaminati sarebbero i seguenti:

– tentativo genuino dal club di accordarsi coi giocatori
– situazione economica del club
– proporzione della riduzione dei contratti dei calciatori
– introiti netti ottenuti dai calciatori dopo la riduzione
– trattamento equo dei calciatori

In questo modo, la FIFA spera che si riesca a trovare una soluzione che sia bilanciata per tutte le parti.

FINESTRE DI CALCIOMERCATO

Sarà necessario aggiustare le attuali finestre di calciomercato. La FIFA sarà flessibile e approverà le modifiche, in modo da permettere che sia tra la fine di questa stagione e l’inizio della prossima. Allo stesso tempo, la FIFA cercherà di assicurare un livello di coordinazione generale, quando possibile, per proteggere l’integrità delle competizioni, in modo da evitare di compromettere i risultati sportivi”.

[Fonte: fifa.com]