Sadiku segna un gol storico, l’Albania elimina la Romania e spera

0

Primo gol, primi punti e prima vittoria per l'Albania agli Europei: al 43' Armando Sadiku segna il gol che manda all'ultimo posto la Romania e porta l'Albania a sperare nel ripescaggio.

 

Il 19 giugno potrebbe diventare festa nazionale in Albania, se nei prossimi giorni dovesse arrivare la conquista di un posto fra le migliori terze. La squadra allenata da Giovanni De Biasi ha fatto il suo: ha battuto la Romania, l'ha superata in classifica e dovesse uscire lo farebbe comunque con la soddisfazione di un successo nella sua prima apparizione. Dopo due gare in cui aveva raccolto poco anche per sfortuna (tante occasioni fallite e un errore di Berisha contro la Svizzera, due gol subiti dal 90' in poi contro la Francia) è bastata una rete a fine primo tempo, a coronamento di una netta supremazia iniziata al quarto d'ora, per vincere il match: stavolta l'errore di un portiere è stato a favore degli albanesi, con uscita horror di Tatarusanu e colpo di testa vincente di Armando Sadiku, primo giocatore di un club del Liechtenstein a finire sul tabellino dei marcatori degli Europei. Ora diventa solo questione di giorni: non sarà facile trovare due terze peggiori ma di possibilità ce ne sono diverse, dovessero arrivare gli ottavi sarebbe un risultato memorabile, cosa che invece non avrà la Romania, il cui girone era iniziato bene (alla pari contro la Francia, sconfitta solo per una meraviglia di Payet a due minuti e mezzo dal 90') ed è invece finito malissimo, soprattutto stasera dove c'è stata troppa poca attenzione ed efficacia nei momenti decisivi, pur avendo cominciato in maniera positiva.

PRIMO TEMPO

Buon primo quarto d'ora della Romania, al 4' su rinvio centrale corto di Hysaj Stancu calcia al volo e Berisha respinge, al 14' Alibec va via ad Ajeti e prova un pallonetto di sinistro non andando così lontano dall'incrocio dei pali. L'Albania è in difficoltà, ma come contro la Svizzera dopo un avvio timido si riprende e dal 15' in poi prende in mano le redini del match, al 23' enorme palla per lo 0-1 sprecata da Lenjani, che al termine di un contropiede orchestrato da Sadiku con apertura sulla destra per il cross di Lila manda alto sul secondo palo da ottima posizione. Ancora le aquile al 35' con il giocatore del Pescara Memushaj che manda per terra un avversario in area e prova il tiro sul primo palo murato da Tatarusanu, dal corner schema a liberare Basha che calcia altissimo. Dopo tante occasioni sprecate, sia stasera sia nelle prime partite, al 43' il pubblico albanese può festeggiare, su cross di Memushaj Tatarusanu sbaglia il tempo dell'uscita e Armando Sadiku di testa lo punisce, con il suo primo gol in Nazionale nonché il primo dell'Albania nella storia degli Europei.

SECONDO TEMPO

Iordanescu mette dentro l'esperto Sânmartean per provare a cambiare qualcosa ma l'Albania ha pochi problemi a mantenere il vantaggio, al 63' Memushaj ci prova da fuori e Tatarusanu, ancora molto incerto, para in due tempi. Un paio di scossoni rumeni poco dopo metà ripresa, al 69' Sânmartean apre per l'altro nuovo entrato Torje (per Alibec, uscito in barella) e l'ex Udinese di destro manda a lato, al 76' la miglior occasione per pareggiare arriva al termine di una giocata tutta in verticale con movimento di Andone (pure lui subentrato) e conclusione sulla traversa. L'Albania si salva e rallenta ulteriormente i ritmi, sfiora il raddoppio con un corner battuto sul primo palo per la girata di Mavraj sull'esterno della rete ma il vero obiettivo albanese è arrivare alla fine, raggiunta dopo cinque minuti di recupero.

Tre punti ma differenza reti di -2: l'Albania è terza ma non può avere la certezza della qualificazione, servirà attendere i prossimi giorni per definire gli altri gruppi e capire meglio come sarà una situazione a oggi molto difficile da prevedere.

IL TABELLINO

Romania (4-2-3-1): Tatarusanu; Sapunaru, Grigore, Chiriches, Matel; Prepelita (46' Sânmartean), Hoban; Popa (68' Andone), Stanciu, Stancu; Alibec (57' Torje). Commissario tecnico: Iordanescu
Albania (4-3-3): Berisha; Hysaj, Ajeti, Mavraj, Agolli; Abrashi, Basha (83' Basha), Memushaj; Lila, Sadiku (59' Balaj), Lenjani (77' Roshi). Commissario tecnico: De Biasi
Arbitro: Pavel Královec della federazione ceca (Slyško – Mokrusch; Sidiropoulos; Ardeleanu – Paták)
Rete: 43' Sadiku
Ammoniti: Basha, Memushaj (A), Matel, Sapunaru, Torje (R)

[Immagine presa da uefa.com]