Ronaldo in finale dodici anni dopo! Il Galles si arrende nel secondo tempo

0

Cristiano Ronaldo e Nani decidono la semifinale di Lione: il Portogallo batte 2-0 il Galles e vola in finale, in attesa di sapere se incontrerà Francia o Germania.

 

Stavolta la favorita ha avuto la meglio. Il Portogallo supera la rivelazione di Euro 2016, il Galles, e approda alla sua seconda finale europea dopo quella raggiunta in casa nel 2004. Con una squadra sicuramente meno appariscente e dopo un cammino non esaltante, anche se finalmente arriva una vittoria anche nei tempi regolamentari, cosa finora mai successa nelle 5 gare precedenti. Nè supplementari (come contro la Croazia) nè i rigori (Polonia) sono serviti a Ronaldo e compagni, che si assicurano la finale in appena 3', dal 49' al 52' proprio grazie al gol di CR7 di testa e al raddoppio immediato di Nani. Un uno-due a freddo, al rientro dagli spogliatoi dopo un primo tempo equilibrato, che colpisce il Galles ma non lo mette a terra. C'è stata infatti una reazione d'orgoglio dei britannici, ma purtroppo non è bastato neanche un super Bale per segnare il gol della bandiera. Il Portogallo ha meritato nettamente la vittoria legittimando il risultato con una serie di occasioni sprecate nel finale. Troppo pesanti in una sola volta le assenze per squalifica di Ramsey e Davies, elementi fondamentali per centrocampo e difesa di coach Chris Coleman, sostituiti con risultati non troppo convincenti da Collins e King. Troppa poca qualità negli ultimi passaggi e poche idee quando c'è il possesso palla, meglio in contropiede, quando gli esterni e Bale possono sprigionare la loro velocità, ma alla fine ci sono stati pochi cross e quasi nessuna vera occasione da gol. I portoghesi confermano il loro buono stato di forma e soprattutto la profondità di rosa: per l'ennesima volta Santos non conferma la rosa della partita precedente, in più ha dovuto fare a meno dell'infortunato dell'ultima ora Pepe, il cui posto viene preso dal neo cagliaritano Bruno Alves.

PRIMO TEMPO
Inizialmente partita molto equilibrata, la fase di studio si protrae, meglio però il Portogallo come gestione della palla anche se fino al 15' non si vede neanche un tiro, e quello di João Mario non è nemmeno troppo irresistibile. Meglio Gareth Bale che dall'altra parte su schema da calcio d'angolo (cross rasoterra di Ledley) sfiora la traversa al 18', poi al 22' conclude per la prima volta in porta con un tiro da fuori preparato con una bella azione ma centrale. Il Portogallo invece fatica a impensierire Hennessey, Ronaldo ci prova di testa ma è inefficace, col destro invece è ribattuto al limite dell'area. La prima frazione si chiude senza recupero, risultando deludente.

SECONDO TEMPO
L'inizio di secondo tempo è di quelli forti, il Portogallo infatti riesce a chiudere la partita in men che non si dica. Al 49' i portoghesi confezionano il vantaggio su schema probabilmente provato in allenamento e perfettamente riuscito in partita: angolo battuto cortissimo, cross immediato di Guerreiro e Cristiano Ronaldo, con uno stacco imperioso a sovrastare Chester, infila il pallone dell'1-0, nulla può Hennessey, battuto per la troppa forza del colpo di testa. Esultanza liberatoria per CR7, che scaccia le critiche sul rendimento non all'altezza in Nazionale segnando il suo nono gol nelle fasi finali degli europei, raggiungendo in questo record Michel Platini. L'asso del Real propizia anche l'immediato raddoppio, perché il suo tiro da fuori area al 52' è deviato in maniera decisiva e perentoria dall'amico e compagno di reparto Nani, neo acquisto del Valencia, tenuto in gioco per un soffio da Collins. Dura botta per il Galles, che tutto sommato fino all'1-0 meritava di stare sul pareggio e pareva in grado di giocarsela fino alla fine. La sensazione anzi era che si potesse andare facilmente ai supplementari. Invece ci ha pensato Ronaldo a cambiare il corso della gara, stasera sì che è stato decisivo per la sua Nazionale. Potrebbe anche superare Platini nel record, ma al 65' la sua punizione finisce alta di poco, mentre all'85' dopo aver saltato Hennessey spedisce la palla sull'esterno della rete, imbeccato perfettamente da un lancio del neo entrato Gomes. Il Galles comunque non dà l'impressione di abbattersi e ciò anche grazie a Coleman che inserisce giocatori solo offensivi, rinunciando anche alla difesa a 5 tanto amata togliendo Collins. Non può però bastare il solo Bale, che pure ci prova con una serie di tiri dalla distanza molto interessanti ma ben controllati da Patricio, che nega, soprattutto al 79' su tiro dalla traiettoria più che inaspettata, il gol della bandiera ai dragoni.

Si infrange alle semifinali il sogno gallese dopo un torneo storico, miglior risultato raggiunto alla prima partecipazione di una squadra all'europeo, mentre continua quello portoghese, squadra non proprio accreditata dagli addetti ai lavori nè a inizio torneo nè durante, screditata dopo una fase a gironi passata a fatica e con risultati non positivi contro delle squadre inferiori. Poco considerata anche nella fase a eliminazione diretta, quando erano favorite per il passaggio alla finale della parte sinistra del tabellone Croazia e Belgio. Un po' di sana fortuna, il risveglio di CR7 e l'esplosione di Renato Sanches hanno trascinato il Portogallo a un risultato inaspettato, atteso da dodici anni da un Paese che vuole una rivincita dal destino dopo la beffa contro la Grecia. Da allora sono rimasti solo due giocatori, Ronaldo e Ricardo Carvalho. Loro più di tutti sentiranno questa finale in modo diverso.

TABELLINO
Portogallo-Galles 2-0 : 49' C.Ronaldo, 52' Nani
PORTOGALLO (4-3-1-2): Patricio; Cedric, Bruno Alves, Fonte, Guerreiro; João Mario, Danilo Pereira, Silva (al 79' João Moutinho); Renato Sanches (al 74' André Gomes); Nani (all'86' Quaresma), Cristiano Ronaldo. Allenatore: Fernando Santos.
GALLES (5-3-2): Hennessey; Gunter, Chester, Collins (al 66' J.Williams), A.Williams, Taylor; Allen, Ledley (al 58' Vokes), King; Robson-Kanu (al 63' Church), Bale. Allenatore: Chris Coleman.
ARBITRO: Jonas Eriksson (SWE).
AMMONITI: all'8' Allen (WAL), al 62' Chester (WAL), al 71' Bruno Alves (POR), al 72' C.Ronaldo (POR), all'88' Bale (WAL).

fonte immagine: uefa.com