Qualificazioni Europei 2016: passano Belgio e Galles, Perišic e Kalinic in gol

0

Oltre all’Italia, qualificata questo pomeriggio vincendo in Azerbaigian, Belgio e Galles portano a undici il numero delle nazionali già sicure di fare compagnia alla Francia agli Europei dell’anno prossimo. La Turchia vince in Repubblica Ceca e per l’Olanda le speranze di andare ai play-off sono ormai quasi del tutto svanite.

 

GRUPPO A

Con Islanda e Repubblica Ceca già qualificate c’è solo da decidere il terzo posto, ora più che mai vicino per la Turchia, che vince 2-0 a Praga con un rigore di Selçuk Inan e un diagonale di Çalhanoglu su assist di Arda Turan e blinda il suo accesso ai play-off, visto che all’ultimo turno le basterà un pari a Konya contro l’Islanda, già tranquilla e senza più stimoli come dimostra il 2-2 casalingo contro la Lettonia con un doppio vantaggio sprecato (bello il momentaneo 2-0 di Gylfi Sigurðsson, che parte in progressione e segna dal limite). Successo comunque amaro per l’Olanda, che torna a vincere in Kazakistan con Wijnaldum e un sinistro potente di Wesley Sneijder ma resta al quarto posto, all’ultimo istante arriva l’1-2 kazako ma è un gol che non cambia le sorti del girone.

Islanda – Lettonia 2-2 5′ Sigthórsson, 27′ G. Sigurðsson, 49′ Cauna (L), 68′ Šabala (L)
Kazakistan – Olanda 1-2 33′ Wijnaldum, 50′ Sneijder, 96′ Kuat (K)
Repubblica Ceca – Turchia 0-2 62′ rig. Selçuk Inan, 80′ Çalhanoglu

CLASSIFICA: Islanda 20, Repubblica Ceca 19, Turchia 15, Olanda 13, Lettonia 5, Kazakistan 2 (Islanda e Repubblica Ceca qualificate)

GRUPPO B

Il Galles perde 2-0 in Bosnia ma fa festa lo stesso, perché dopo cinquantasette anni torna nella fase finale di un grande torneo (l’ultima volta ai Mondiali di Svezia 1958). I bosniaci fanno propri i tre punti negli ultimi venti minuti grazie al centravanti del Cesena Milan Djuric, che da subentrato segna di testa il gol del vantaggio e rimette in mezzo al 90′ un pallone che Vedad Ibiševic mette dentro da due passi, è una vittoria di fondamentale importanza perché vuol dire terzo posto in solitaria, vista la sconfitta a sorpresa di Israele in casa contro Cipro, 1-2 a Gerusalemme che mette in corsa per i play-off anche gli isolani. Larga vittoria in Andorra e qualificazione per il Belgio, ad aprire l’1-4 ci pensa Radja Nainggolan con un tiro deviato da fuori, Hazard segna un rigore ma poi se ne fa parare un altro.

Andorra – Belgio 1-4 19′ Nainggolan, 42′ De Bruyne, 51′ rig. I. Lima (A), 56′ rig. Hazard, 64′ Depoitre
Bosnia – Galles 2-0 71′ Djuric, 90′ Ibiševic
Israele – Cipro 1-2 58′ Dossa Júnior, 76′ Bitton (I), 80′ Demetriou

CLASSIFICA: Belgio 20, Galles 18, Bosnia 14, Israele 13, Cipro 12, Andorra 0

GRUPPO H

L’Italia fa il suo dovere, vince 1-3 in Azerbaigian ed è qualificata con un turno d’anticipo (vedi articolo), ma dovrà comunque impegnarsi martedì contro la Norvegia per essere testa di serie al sorteggio di dicembre. Gli scandinavi passano 2-0 su Malta con le reti in mischia del mediano Tettey e del centravanti Alexander Søderlund (primo gol in nazionale, ha un passato anche in Italia con Lecco e Treviso) ma restano terzi perché la Croazia vince 3-0 contro la Bulgaria con gli “italiani” protagonisti, Ivan Perišic apre le marcature ricevendo un filtrante di Rakitic e superando il portiere con un tunnel, lo stesso giocatore del Barcellona raddoppia e nel finale l’interista crossa al centro per il tocco di Nikola Kalinic, sempre più decisivo in questa parte di stagione.

Azerbaigian – Italia 1-3 11′ Éder, 31′ Nazarov (A), 43′ El Shaarawy, 65′ Darmian
Croazia – Bulgaria 3-0 2′ Perišic, 42′ Rakitic, 81′ Kalinic
Norvegia – Malta 2-0 19′ Tettey, 52′ Søderlund

CLASSIFICA: Italia 21, Norvegia 19, Croazia 17 (-1), Bulgaria 8, Azerbaigian 6, Malta 2

PREVIEW

Comincia l’ultima giornata perciò è tempo dei verdetti inappellabili. Nel Gruppo D Polonia-Irlanda è un vero e proprio spareggio per il secondo posto, con i padroni di casa che possono giocare per due risultati su tre, nel Gruppo F se la giocano Romania e Ungheria (ma potrebbero passare entrambe direttamente perché i magiari sono al momento la migliore terza), mentre nel Gruppo H l’Albania è costretta a vincere in Armenia per superare la Danimarca e ottenere la prima qualificazione.

[Immagine presa da uefa.com]