Qualificazioni Europei 2016: l’Albania scrive la storia, Lewandowski manda avanti la Polonia

0

Primi verdetti definitivi con l’ultima giornata delle qualificazioni a EURO 2016: l’Albania stravince in Armenia e ottiene il suo primo ingresso in una fase finale, il solito gol di Robert Lewandowski manda direttamente la Polonia in Francia relegando l’Irlanda ai play-off.

 

GRUPPO D

Lo spareggio va alla Polonia, l’Irlanda deve abdicare e accontentarsi dei play-off. A Varsavia è una partita tiratissima che i padroni di casa sbloccano con l’ottimo centrocampista del Siviglia Krychowiak, ma l’Irlanda pareggia subito con un rigore molto dubbio (fallo avvenuto probabilmente fuori area) trasformato da Walters. Ci vuole l’immancabile gol di Robert Lewandowski sul finire del primo tempo a riportare avanti i polacchi con un fortissimo colpo di testa su cross dalla destra, nella ripresa l’Irlanda le prova tutte per trovare il 2-2 ma Fabianski compie un gran salvataggio su Keogh e nel recupero viene espulso O’Shea. Virtualmente già qualificata la Germania gioca male ma riesce lo stesso a vincere, Müller in avvio di secondo tempo segna su rigore, la Georgia pareggia con un gran tiro al volo dal limite di Kankava e avrebbe la chance dell’1-2 con un miracolo di Neuer su Okriashvili, poi Löw azzecca il cambio mettendo dentro Kruse che al 79′ fa 2-1. Solita goleada subita da Gibilterra, stavolta è 0-6 contro la Scozia già eliminata, tripletta per Steven Fletcher.

Germania – Georgia 2-1 50′ rig. T. Müller, 53′ Kankava (GEO), 79′ Kruse
Gibilterra – Scozia 0-6 25′ C. Martin, 39′ Maloney, 52′, 56′, 85′ S. Fletcher, 91′ Naismith
Polonia – Irlanda 2-1 13′ Krychowiak, 16′ rig. Walters (I), 42′ Lewandowski

CLASSIFICA: Germania 22, Polonia 21, Irlanda 18, Scozia 15, Georgia 9, Gibilterra 0 (Germania e Polonia qualificate)

GRUPPO F

La Romania fa compagnia all’Irlanda del Nord e si prende la qualificazione diretta, non c’è storia sul campo delle Isole Fær Øer con la doppietta di Budescu (uno su cross sbagliato che diventa un tiro e finisce sotto la traversa) che chiude i conti già prima dell’intervallo e il definitivo 0-3 nel finale di Maxim. L’Ungheria perde 4-3 in Grecia in una partita folle dove i padroni di casa segnano per primi con Stafylidis interrompendo un digiuno casalingo che durava da ventitré mesi, successivamente arriva la rimonta magiara con Lovrencsics e Németh (doppietta, segna l’1-2 e il 2-3) ma gli ellenici hanno un sussulto d’orgoglio e ritrovano la vittoria che mancava dai Mondiali ribaltando la situazione negli ultimi dieci minuti con Mitroglou e Kone. Nonostante ciò l’Ungheria passerà come migliore terza a meno che domani l’Ucraina non batta la Spagna, nella terza e ultima gara 1-1 tra Finlandia e Irlanda del Nord.

Finlandia – Irlanda del Nord 1-1 31′ Cathcart (I), 87′ Arajuuri
Grecia – Ungheria 4-3 5′ Stafylidis, 26′ Lovrencsics (U), 55′, 75′ Németh (U), 57′ Tachtsidis, 79′ Mitroglou, 86′ Kone
Isole Fær Øer – Romania 0-3 4′, 45′ +1′ Budescu, 83′ Maxim

CLASSIFICA: Irlanda del Nord 21, Romania 20, Ungheria 16, Finlandia 12, Isole Fær Øer 6, Grecia 6 (Irlanda del Nord e Romania qualificate)

GRUPPO I

La grande storia del giorno arriva da Yerevan, dove l’Albania vince 0-3 e supera all’ultima giornata la Danimarca, che aveva già finito le sue partite e in serata è stata battuta 1-2 in amichevole dalla Francia. Dopo una grande occasione per i padroni di casa è un autogol di Kamo Hovhannisyan a far gioire per la prima volta Gianni De Biasi, al 23′ Xhimshiti raddoppia su un cross da sinistra e mette ancor di più in discesa il match, chiuso al 76′ da Sadiku che ha fatto partire i festeggiamenti in tutto il paese perché mai fino a ora la nazionale albanese era riuscita a qualificarsi a un grande torneo. Nani e il secondo gol consecutivo di João Moutinho (destro a giro dal limite) fanno vincere ancora il Portogallo, 1-2 sulla Serbia che era riuscita a pareggiare con Zoran Tošic.

Armenia – Albania 0-3 9′ aut. K. Hovhannisyan, 23′ Xhimshiti, 76′ Sadiku
Serbia – Portogallo 1-2 5′ Nani, 65′ Z. Tošic (S), 78′ João Moutinho

CLASSIFICA: Portogallo 21, Albania 14, Danimarca 12, Serbia 4 (-3), Armenia 2 (Portogallo e Albania qualificate)

PREVIEW

Domani si gioca solo per il secondo posto, nel senso che due dei tre gruppi (C e G) hanno già un vincitore e c’è da decidere soltanto l’altra qualificata. La Slovacchia deve vincere in Lussemburgo (cosa non certo difficile) per evitare calcoli considerato che l’Ucraina affronta la Spagna già prima e dovesse battere i due volte campioni in carica avrebbe la certezza di essere la migliore terza. Nel Gruppo G Russia ampiamente favorita per l’altro posto dati i due punti di svantaggio della Svezia, nel Gruppo E invece è praticamente tutto già scritto, perché la Slovenia terza deve fare soltanto un punto contro San Marino.

[Immagine presa da