Qualificazioni Europei 2016: la Spagna passa ma perde Morata per infortunio

0

Arrivano brutte notizie da Logroño per la Juventus: Álvaro Morata si è infortunato nella partita che la Spagna ha vinto 4-0 sul Lussemburgo e le prime indiscrezioni parlano di un problema piuttosto serio. Si qualifica anche la Svizzera.

 

GRUPPO C

La gioia per la qualificazione della Spagna agli Europei viene offuscata dalle condizioni di Álvaro Morata, uno dei due infortunati nella serata di Logroño e apparentemente quello più grave, perché se per David Silva si parla di una distorsione alla caviglia per l’attaccante della Juventus il rischio è che ci sia una frattura del perone (si è scontrato con un avversario in area ed è uscito in barella al 33′), anche se l’ultimo bollettino pubblicato dai media spagnoli afferma che si tratta solo di un forte trauma. In campo la Roja ha poi surclassato il Lussemburgo, vincendo 4-0 con le doppiette di Santi Cazorla e Paco Alcácer e ottenendo così il passaggio agli Europei con un turno d’anticipo. Rimane solo da decidere l’altra qualificata diretta, la Slovacchia si è complicata ancora una volta la vita perdendo in casa contro la Bielorussia in una partita dominata e giocata per quasi mezz’ora in superiorità numerica, mentre l’Ucraina pur giocando male per circa un’ora ha risolto la pratica Macedonia con un rigore di Seleznyov e la rete di Kravets.

Macedonia – Ucraina 0-2 59′ rig. Selezynov, 87′ Kravets
Slovacchia – Bielorussia 0-1 34′ Dragun
Spagna – Lussemburgo 4-0 24′, 85′ Cazorla, 67′, 80′ Paco Alcácer

CLASSIFICA: Spagna 24, Slovacchia 19, Ucraina 19, Bielorussia 10, Macedonia 4, Lussemburgo 3 (Spagna qualificata)

GRUPPO E

La Svizzera è l’altra qualificata di serata, non tanto per il 7-0 con cui ha demolito San Marino, segnando sei reti nella ripresa di cui ben tre su rigore ed eguagliando la vittoria più larga della sua storia (1991, curiosamente nello stesso stadio e contro lo stesso avversario odierno), quanto per il pareggio tra Slovenia e Lituania, 1-1 causato da due rigori piuttosto discutibili, soprattutto quello per gli ospiti arrivato per un presunto fallo di mano di Branko Ilic a pochi minuti dal novantesimo (anche se in realtà c’era stato uno stop in precedenza per un problema all’illuminazione dello stadio) e trasformato da Novikovas. L’Inghilterra batte 2-0 l’Estonia con le reti di Walcott e Sterling ed è a un successo dal chiudere a punteggio pieno il girone.

Inghilterra – Estonia 2-0 45′ Walcott, 85′ Sterling
Slovenia – Lituania 1-1 45′ +1′ rig. Birsa, 86′ rig. Novikovas (L)
Svizzera – San Marino 7-0 17′ M. Lang, 55′ rig. Inler, 65′ Mehmedi, 72′ rig. Djourou, 75′ Kasami, 80′ rig. Embolo, 89′ Derdiyok

CLASSIFICA: Inghilterra 27, Svizzera 18, Slovenia 13, Estonia 10, Lituania 10, San Marino 1 (Inghilterra e Svizzera qualificate)

GRUPPO G

Grosso passo in avanti per la Russia, che vince 1-2 in Moldavia ed è vicinissima alla qualificazione diretta: in mischia segna il veterano Ignashevich, sugli sviluppi di un corner raddoppia Dzyuba toccando sul secondo palo a pochi centimetri dalla linea di porta, nel finale accorcia Cebotaru di testa ma è un gol inutile. La vittoria per 0-2 della Svezia in Liechtenstein, con le reti di Berg e Ibrahimovic (che si fa anche parare un rigore dal portiere Jehle), dà comunque agli svedesi la certezza almeno di un posto nei play-off, perché il Montenegro, per due volte in vantaggio contro l’Austria e avanti 2-1 fino all’81’, subisce prima il pari di Arnautovic con un bel diagonale di destro e nel recupero, dopo che Mirko Vucinic si era fatto espellere per insulti all’arbitro italiano Orsato, prende anche il 2-3 a opera di Sabitzer. Non impiegato l’attaccante dell’Inter Stevan Jovetic, che a questo punto con l’eliminazione della sua nazionale potrebbe anche tornare anzitempo a Milano.

Liechtenstein – Svezia 0-2 18′ Berg, 55′ Ibrahimovic
Moldavia – Russia 1-2 58′ Ignashevich, 78′ Dzyuba, 85′ Cebotaru (M)
Montenegro – Austria 2-3 32′ Vucinic (M), 55′ Janko, 68′ Beciraj (M), 81′ Arnautovic, 92′ Sabitzer

CLASSIFICA: Austria 25, Russia 17, Svezia 15, Montenegro 11, Liechtenstein 5, Moldavia 2

PREVIEW

Alle 18 di domani l’Italia a Baku ha la prima occasione per potersi qualificare direttamente, dovesse arrivare una vittoria contro l’Azerbaigian gli azzurri sarebbero già in Francia con un turno d’anticipo. Scontata la qualificazione del Belgio (va in Andorra), da conquistare invece quella del Galles vista la trasferta in Bosnia, interessantissima infine la situazione del Gruppo A dove si gioca solo per il terzo posto e la Turchia, avanti di due punti sull’Olanda, giocherà in Repubblica Ceca sapendo già il risultato degli avversari.

[Immagine presa da uefa.com]