Mkhitaryan fa tutto per l’Armenia: poker alla Bosnia di Džeko

0

In attesa di Finlandia-Italia l’Armenia si porta al terzo posto nel gruppo degli Azzurri. Ben tre reti su sei a Yerevan portano la firma di giocatori della Roma, con Henrikh Mkhitaryan che entra in tutte le azioni da gol dei suoi.

Henrikh Mkhitaryan trascina l’Armenia. Il nuovo acquisto della Roma è di gran lunga il migliore in campo nel 4-2 sulla Bosnia, che permette alla sua nazionale di tenere vive le speranze di qualificazione a EURO 2020. Tre minuti e su cross dalla destra la difesa bosniaca buca e permette proprio a Mkhitaryan di controllare in area, saltare il portiere e mettere dentro a porta vuota. Passano dieci minuti e un altro giocatore della Roma va in gol, stavolta Edin Džeko con una deviazione da dentro l’area piccola su traversone dalla sinistra di Gojak. Al 66′ Armenia di nuovo avanti, ancora Mkhitaryan si inserisce sul centro-destra e con un gran tiro fulmina Šehić sotto la traversa. Amer Gojak, dopo l’assist, trova anche il gol con un tocco ravvicinato su cross basso di Kolašinac al 70′, ma al 77′ l’Armenia va ancora a segno con palla messa da Mkhitaryan sul secondo palo per Hovhannes Hambardzumyan e all’inizio del quinto dei sei minuti di recupero è goffissimo l’intervento di Stjepan Lončar su cross del solito scatenato Mkhitaryan destinato a nessuno: autogol e partita chiusa. Con questo successo l’Armenia scavalca proprio la Bosnia al terzo posto del Gruppo J, portandosi a nove punti ossia +2 sugli avversari odierni.

[Immagine presa da twitter.com]