Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus

Nel secondo match del gruppo A la Svizzera aggancia subito la Francia in vetta alla classifica grazie al colpo di testa di Schär che punisce forse troppo una buona Albania.

 

Partita storica quella del Bollaert Delelis di Lens: la nazionale albanese di Gianni De Biasi esordisce in una fase finale di un Europeo. Sul campo ci sono tantissimi intrecci, tra cui quello dei fratelli Xhaka, Taulant e Granit, che proprio come i Boateng e gli Alcántara, hanno scelto diverse nazionali; poi il grandissimo numero di albanesi di origine presenti nella nazionale svizzera, su tutti Behrami e Shaqiri. Infine le tante connessioni con il mondo Lazio: da Lichtsteiner a Berisha, da Petkovic a Behrami. L'ex allenatore bianco-celeste si affida al 4-2-3-1, con Seferovic unica punta, supportata da Shaqiri, Džemaili e Mehmedi; De Biasi rimane sul suo collaudato 4-5-1 con Sadiku a sorpresa centravanti al posto di Cikalleshi, e in panca rimane pure Memushaj che proprio due giorni fa ha festeggiato la Serie A del suo Pescara.

L'avvio della Svizzera è soffocante e la squadra di De Biasi è costretta a difendersi dal primo minuto; meno di cinque sul cronometro e il corner calciato da Shaqiri si trasforma in un mattone per Berisha, che sbaglia goffamente l'uscita, e in un cioccolatino per Schär che di testa a porta vuota manda avanti la Svizzera. La reazione albanese è molto sterile, anzi è Seferovic con una gran conclusione da fuori a impegnare Berisha prima del quarto d'ora di gioco; la partita non è bellissima ma l'Albania esce col tempo, al minuto venticinque avanza con un'azione rugbistica e il destro di Xhaka non passa di molto sopra la traversa. La grande chance per la squadra di De Biasi arriva alla mezz'ora: Hysaj aggira la difesa con un pallone splendido per Sadiku, ma l'attaccante del Vaduz si fa ipnotizzare da Sommer e butta all'aria una grandissima occasione. Passano cinque minuti e la svolta della gara passa dal piede di Sadiku alla mano di Cana, che para letteralmente un pallone diretto a Shaqiri lanciato a rete, si becca il secondo giallo e lascia l'Albania in dieci; sulla punizione sfiora il colpo del KO la Svizzera, ma la sassata di Džemaili si schianta sul palo. Pochi minuti dopo ancora Džemaili, servito in area da Shaqiri, calcia al volo ma sfiora soltanto palo e raddoppio; prima della fine del tempo altra bella azione in verticale per la Svizzera e Berisha si supera sul diagonale di Seferovic.

La ripresa si apre con la fotocopia dell'azione finale del tempo: diagonale di Seferovic e gran risposta di Berisha. Un quarto d'ora di noia poi sempre gli stessi protagonisti: lancio perfetto per Seferovic e ancora Berisha sbarra la strada; dopo la topica iniziale, Berisha si è pienamente riscattato chiudendo più volte la strada a Seferovic e compagni. L'Albania non ha molto mordente, giocando in dieci da un bel po', la Svizzera controlla e ogni tanto ci prova, come accade al minuto settantadue con Embolo, entrato al posto di Mehmedi, il cui destro a giro sorvola di poco l'incrocio. De Biasi si sbilancia con Cikalleshi al posto di Roshi e l'attaccante dell'Istanbul Basaksehir si fa subito vivo con un diagonale che muore sull'esterno della rete, servito ancora una volta dall'ottimo Hysaj. L'Albania si gioca il tutto per tutto e la Svizzera prova più volte ad approfittarne in contropiede; a quattro dalla fine palla goal clamorosa sui piedi di Gashi, appena entrato al posto di Sadiku, da solo davanti a Sommer che ha il merito di stare in piedi e di avere lo scatto decisivo per deviare sopra la traversa. Sulla palla goal divorata da Gashi muoiono le speranze dell'Albania, che esordisce dunque senza punti all'Europeo; grande merito però alla Svizzera, che ha colpito in avvio e si è difesa in maniera quasi perfetta, candidandosi apertamente a uno degli slot riservati alle possibili sorprese di Euro 2016.

 

TABELLINO

ALBANIA (4-5-1): Berisha – Hysaj, Mavraj, Cana, Agolli – Roshi (72' Cikalleshi), Abrashi, Kukeli, Xhaka (61' Kaçe), Lenjani – Sadiku (81' Gashi). Allenatore: De Biasi.
SVIZZERA (4-2-3-1): Sommer – Lichtsteiner, Schär, Djourou, Rodríguez – Behrami, Xhaka – Shaqiri (87' Fernandes), Džemaili (75' Frei), Mehmedi (61' Embolo) – Seferovic. Allenatore: Petkovic.

AMMONITI: 12' Schär (S), 22' Cana (A), 62' Kaçe (A), 67' Behrami (S), 88' Kukeli (A), 91' Mavraj (A).

ESPULSO: 35' Cana (A).

GOAL: 4' Schär (S).

 

[Foto da www.uefa.com]