La Spagna si prende il gruppo D, Turchia k.o. 3-0

0

All'Allianz Riviera di Nizza non c'è partita: le Furie Rosse domano la Turchia e volano grazie alla doppietta di Morata e al gol di Nolito. Spagna già agli ottavi, Terim può ancora qualificarsi nelle migliori terze.

 

PRIMO TEMPO
Nella prima frazione di gioco si assiste già a un monologo della Spagna, che lascia pochissimo spazio alle rare iniziative dei turchi (unico tiro di Çalhanoglu su punizione, palla alta) e mantiene quasi sempre il possesso di palla. Dopo una prima mezz'ora abbastanza sterile, in cui si registra solo un palo colpito per una deviazione di Topal verso la sua stessa porta, si scatena Nolito, ala del Celta Vigo. Al 28' sfiora l'1-0 con un bel tiro da fuori a girare sul secondo palo, al 34' invece diventa assistman permettendo con un suo cross la spizzata di testa di Alvaro Morata che vuol dire vantaggio per le Furie Rosse: primo gol in questo Europeo per l'attaccante della Juve. Passano solo due minuti e la Spagna raddoppia ancora grazie al migliore dei suoi nei primi 45'. Filtrante di Fàbregas a premiare l'inserimento di Nolito, Topal è in anticipo ma sbaglia clamorosamente l'intervento mettendo in condizioni lo stesso Nolito di impattare la palla solissimo in area di rigore, niente da fare per Babacan, 2-0 e Turchia annichilita.

SECONDO TEMPO
Ci pensa di nuovo Morata ad ammazzare la partita, segnando il 3-0 che condanna il secondo tempo a essere una mera passerella per i palleggiatori della Spagna dopo appena tre minuti. Bellissima azione in pieno stile Tiki Taka, con verticalizzazione di Iniesta per l'accorrente Jordi Alba (in fuorigioco non segnalato) che serve una palla solo da appoggiare in rete all'attaccante. La Turchia sparisce definitivamente dal campo, soprattutto mentalmente, perché nella pochezza della sua partita riesce anche a crearsi due occasioni con Yilmaz, che però dopo essersi liberato da Piqué in area apre troppo il sinistro e tira alto, e con Sahan, lanciato a rete da un buco difensivo spagnolo ma troppo tardivo nella scelta da farsi, tanto da essere rimontato all'ultimo da Azpilicueta. La Spagna controlla con facilità la gara e tra gli olé e le ole del pubblico sfiora il poker con Silva e Bruno Soriano, debuttante a Euro 2016 come così Koke.

Per la prima volta in questi Europei una partita finisce con più di due gol di scarto, proprio a favore della Spagna campione in carica. La squadra di Del Bosque ha dimostrato di aver imparato la lezione della brutta partita con la Repubblica Ceca, e stavolta oltre a un dominio assoluto dal punto di vista del gioco ha anche concluso in modo concreto, oltre a non subire quasi nulla. Turchia non pervenuta infatti, arrendevole sin dai primi istanti di gara, a cui non sono bastati gli sfoghi a bordocampo di Terim per reagire. A questo punto la Roja torna prepotentemente a essere considerata un avversario ostico e potenzialmente favorito per la vittoria finale, considerando anche le prestazioni non esaltanti di Francia e Germania.

TABELLINO
Spagna – Turchia 3-0 : 34' e 48' Morata, 36' Nolito
SPAGNA (4-3-3): De Gea; Juanfran, Piqué, Sergio Ramos, Jordi Alba (81' Azpilicueta); Cesc Fàbregas (71' Koke), Sergio Busquets, Iniesta; David Silva (74' Bruno Soriano), Morata, Nolito. Allenatore: Vicente Del Bosque.
TURCHIA (4-3-3): Babacan; Gökhan Gönül, Mehmet Topal, Hakan Balta, Erkin; Tufan, Inan (70' Malli), Özyakup (72' Sahan); Çalhanoglu (46' Sahin), Yilmaz, Arda Turan. Allenatore: Fatih Terim.
ARBITRO: Milorad Mazic
AMMONITI: al 1' S. Ramos (SPA), al 8' Yilmaz (TUR), al 40' Tufan (TUR)

fonte immagine: uefa.com