Éder abbatte la Francia con un destro da sogno, il Portogallo è campione d’Europa

0

Clamorosa beffa a Saint-Denis per la Francia, nel secondo tempo supplementare Éder firma l'1-0 e regala il primo Europeo nella storia al Portogallo.

 

PRIMO TEMPO

Santos punta sul 4-4-2 con Nani e Ronaldo riferimenti avanzati, sulle fasce spazio per Sanches e João Mário con Silva e Carvalho centrali, in difesa recupera Pepe che affianca Fonte. Deschamps conferma il 4-2-3-1 già visto nella semifinale contro la Germania, Griezmann è a supporto di Giroud con Sissoko e Payet, in mediana spazio per Matuidi e Pogba con Kanté ancora in panchina. La Francia prova ad imporre immediatamente il proprio possesso palla, ma il Portogallo si dimostra vivo al 4' quando un lancio lungo di Cédric pesca bene il taglio di Nani alle spalle di Umtiti, ma il destro dell'attaccante ex Manchester United termina alto sopra la traversa. Al 7' cambia completamente la partita, Ronaldo controlla palla sulla propria trequarti e viene travolto da Payet che gli colpisce il ginocchio sinistro. Il fenomeno del Real Madrid tenterà poi di restare in campo, ma al 25' sarà costretto ad alzare bandiera bianca, accasciandosi a terra con le lacrime agli occhi. Nel mentre Pepe perde un pallone pesante al 10', Payet inventa un lancio magnifico per l'inserimento di Griezmann che colpisce benissimo di testa, ma Rui Patrício è eccezionale e con un grande colpo di reni riesce a deviare l'incornata destinata all'incrocio. I lusitani si risistemano con un 4-1-4-1 molto ordinato che lascia ancora meno spazi ai padroni di casa che si affidano principalmente alle azioni personali di Sissoko che prima si inventa una progressione da metà campo che si conclude con un tiro al limite dell'area deviato da un difensore sopra la traversa, poi si libera con uno splendido controllo di tacco in area di Cédric e scarica in porta un gran destro che costringe Rui Patrício alla respinta.

SECONDO TEMPO

Ripresa che inizia sulla falsariga del primo tempo, la Francia tiene il possesso del pallone ma piuttosto sterilmente, mentre il Portogallo si difende ordinato nella propria metà campo ma fatica a ripartire in modo pericoloso, così trascorrono senza sussulti i primi venti minuti della seconda frazione. Ad accendere la partita è Coman, al 66' l'ala del Bayern Monaco si inventa uno splendido cross per l'inserimento di Griezmann che spizza il pallone che però termina di un soffio sopra la traversa. Al 75' il protagonista è ancora Coman che parte in dribbling da metà campo prima di servire un gran filtrante per Giroud che prova subito la girata di mancino con Rui Patrício in uscita che è bravissimo a salvare. Cinque minuti più tardi si vede in avanti anche il Portogallo con un tiro-cross di Nani che mette in grande difficoltà Lloris, sulla respinta arriva Quaresma che tenta la rovesciata, ma il portiere del Tottenham recupera la posizione e blocca. I Bleus però continuano a spingere, ancora con Sissoko dai venticinque metri con un gran destro, ma Rui Patrício si conferma un muro invalicabile ed in tuffo riesce a deviare anche questo pericolo. Nel primo minuto di recupero cross dalla sinistra controllato nell'area piccola da Gignac che salta secco Pepe e beffa Rui Patrício calciando sul primo palo, ma il pallone sbatte sul palo, bloccando così l'urlo dei tifosi presenti a Saint-Denis.

TEMPI SUPPLEMENTARI

Primo tempo supplementare senza grosse occasioni, però al 104' Éder svetta su tutti in mezzo all'area su calcio d'angolo, Lloris buca la presa, ma Umtiti riesce ad anticipare in extremis Nani sulla respinta. I lusitani sembrano avere più energie, al 108' strepitosa punizione di Guerreiro che si stampa sulla traversa a Lloris battuto. La partita sembra ormai diretta verso i rigori, ma al 109' Moutinho serve Éder che difende palla da Koscielny e scarica dai venticinque metri un destro rasoterra che non lascia scampo a Lloris e fa esplodere i tifosi portoghesi. Gli ultimi minuti sono di sofferenza e paura, ma gli uomini di Santos, incitati anche da Ronaldo in panchina, riescono a resistere agli ultimi assalti ed il Portogallo riesce così a vincere il primo Europeo della propria storia, vendicando anche la clamorosa sconfitta subita da padroni di casa nel 2004 contro la Grecia.

IL TABELLINO

Portogallo (4-4-2): Rui Patrício; Cédric, Pepe, Fonte, Guerreiro; Sanches (78' Éder), Silva (67' Moutinho), Carvalho, João Mário; Ronaldo (25' Quaresma), Nani.
Francia (4-2-3-1): Lloris; Sagna, Koscielny, Umtiti, Evra; Pogba, Matuidi; Sissoko (110' Martial), Griezmann, Payet (58' Coman); Giroud (78' Gignac).
Arbitro: Mark Clattenburg (ENG)
Ammoniti: Cédric, Guerreiro, Carvalho, João Mário, Rui Patrício (P); Umtiti, Matuidi, Koscielny (F)
Reti: 109' Éder (P)

[Immagine presa da uefa.com]