Brady spinge l’Irlanda agli ottavi, l’Italia perde l’imbattibilità con Conte

0

Dopo due vittorie gli Azzurri si fermano, sconfitti 0-1 dall'Irlanda a Lille. Un gol di Robbie Brady all'85' spedisce gli irlandesi alla fase a eliminazione diretta, dove incontreranno i padroni di casa della Francia.

 

Non c'è da preoccuparsi più di tanto per quanto visto oggi, i problemi erano già arrivati ieri. La sconfitta dell'Italia stasera conta solo per le statistiche, almeno da parte azzurra, mentre l'Irlanda può festeggiare una qualificazione conquistata a cinque minuti dal novantesimo. Aver vinto il girone, a seguito di quanto successo ieri sera, non è più un grande risultato, perché lunedì toccherà sfidare la Spagna due volte campione in carica, mentre il Belgio secondo finisce dalla parte buona del tabellone e avrà la strada spianata per la semifinale. Scherzi degli accoppiamenti, dove quasi tutte le favorite si sfideranno dagli ottavi in sfide che si preannuncianno favolose, contro la Roja quantomeno l'Italia ci arriverà riposata visto che stasera Antonio Conte ha fatto turnover (si è arrivati a ventidue giocatori in campo su ventitré nelle tre sfide del girone) facendo giocare solo due elementi che dovrebbero essere titolari anche fra cinque giorni, ossia Barzagli e Bonucci (diffidato e per fortuna non ammonito). Soltanto una parata di Randolph, allo scadere su tiro di El Shaarawy, poi un tiro di Insigne finito sul palo e pochissimo altro: brutti gli Azzurri specialmente nel primo tempo, ma era anche prevedibile considerati gli stimoli a zero (l'unico obiettivo era che le riserve mettessero in difficoltà il CT, ma i vari Bernardeschi, Sturaro e Thiago Motta di certo non hanno entusiasmato), bruttina pure l'Irlanda che però ci ha creduto fino in fondo e ha spinto usando tutti i mezzi a disposizione, pescando il jolly in un momento in cui era quasi impossibile recuperare con Robbie Brady, forse il migliore in campo. Passo indietro? Non proprio, quello c'era stato con la Svezia almeno dal punto di vista del gioco, ma di certo contro la Spagna non si potrà vedere una prestazione del genere.

PRIMO TEMPO

Brutto primo tempo dell'Italia ma non è che l'Irlanda faccia molto meglio, anzi la mette sul fisico più che sul gioco. Le uniche occasioni sono però irlandesi, al 9' Hendrick si porta il pallone sul sinistro e con un bel tiro da fuori sfiora il palo alla destra di Sirigu, mentre al 21' il portiere del PSG è chiamato in causa da un colpo di testa di Murphy su calcio d'angolo, evitando lo 0-1 con la mano. Tiri in porta azzurri zero, tiri totali uno da parte di Immobile al 42' con un destro a lato, l'Irlanda chiude protestando per un contatto da rigore fra McClean e Bernardeschi non giudicato tale da Hategan.

SECONDO TEMPO

Una chance per Zaza al 53', su cross di De Sciglio da sinistra l'attaccante della Juventus gira col mancino e manda alto. Murphy tenta la conclusione quasi dal fondo al 57', Sirigu respinge poi Thiago Motta si addormenta e Ogbonna deve opporsi con la gamba a un tiro pericolosissimo di Coleman, ennesimo segnale di come l'Italia sia scarica mentalmente e poco dentro la partita. Un minimo di scossa la danno i nuovi entrati, Insigne al 77' parte in progressione e con un bel destro prende il palo, El Shaarawy invece trova l'unica parata della sera di Randolph. A cinque minuti dalla fine si decide tutto: prima Bonucci finisce a terra e l'arbitro fa proseguire, Hoolahan si ritrova solo davanti al portiere ma tira addosso a Sirigu che blocca in due tempi, poi si riscatta con un traversone verso il centro dell'area dove Robbie Brady prende il tempo a Sirigu e Bonucci e segna di testa il gol della qualificazione.

Erano due anni che l'Italia non perdeva una partita ufficiale, il 24 giugno 2014 anche qui 0-1 nell'ultima giornata della fase a gironi contro l'Uruguay, con la differenza che lì il colpo di testa di Godín era valso l'eliminazione. Qui invece il percorso continua, anche se contro la fortissima Spagna lunedì alle ore 18. Anche l'Irlanda continua il suo viaggio all'interno di EURO 2016, domenica alle 15 proverà a fare il colpo grosso contro la Francia.

IL TABELLINO

Italia (3-5-2): Sirigu; Barzagli, Bonucci, Ogbonna; Bernardeschi (60' Darmian), Sturaro, Thiago Motta, Florenzi, De Sciglio (81' El Shaarawy); Zaza, Immobile (74' Insigne). Commissario tecnico: Conte
Irlanda (4-4-2): Randolph; Coleman, Duffy, Keogh, Ward; Hendrick, McClean, McCarthy (77' Hoolahan), Brady; Long (90' Quinn); Murphy (70' McGeady). Commissario tecnico: Ma. O'Neill
Arbitro: Ovidiu Hategan della federazione rumena (Sovre – Gheorghe; Sidiropoulos; Tudor – Coltescu)
Ammoniti: Long (IR), Sirigu, Barzagli, Zaza, Insigne (IT)
Rete: 85' Brady

[Immagine presa da uefa.com]